Salta al contenuto principale

In che modo dimensioni delle vasche e condizioni di vita possono influire sui pesci (Injaf)

Quante persone si vantano di tenere pesci non secondo i canoni, sostenendo che 'stanno bene', senza rendersi conto dell'impatto che le cure scorrette possono avere sui pesci a lungo termine, anche se sembrano 'ok' a breve termine? Purtroppo quando ci se ne rende conto, per i pesci può essere troppo tardi...

Traduzione dell'articolo:
"How tank sizes and living conditions can affect fish"
di Suzanne Constance
sul sito di INJAF - It's Not Just A Fish.

Reusable image
Image
Descrizione

Hermione, una pleco comune (Pterygoplichthys pardalis) di 40 cm di lunghezza. Potete farvi un'idea della sua taglia dal fatto che sta mangiando un grosso cavoletto di Bruxelles! - Foto © INJAF

L'impatto a lungo termine che le cure scorrette possono avere sui pesci, anche se sembrano "a posto" a breve termine, può essere piuttosto significativo. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone spesso lo scopre solo quando il breve termine è diventato il lungo termine e si trovano ad affrontare i problemi, spesso non rendendosi conto dell'origine di questi problemi.

Può essere abbastanza complicato trovare foto di pesci che soffrono di problemi di salute a lungo termine causati da cure errate, poiché quando molti di questi pesci muoiono, le morti sono spesso attribuite a qualcos'altro. Spesso, però, questo qualcos'altro è in realtà l'ultima goccia e la morte è dovuta a una moltitudine di fattori che possono facilmente non essere riconosciuti mentre si amplificano nel tempo.

A Tale of Four Goldfish, la storia di quattro pesci rossi, è stato originariamente pubblicato sul forum di Practical Fishkeeping (PFK) in risposta a un thread sull'impatto di non mantenere i pesci in "modo perfetto". La questione era se andasse bene o meno "arrangiarsi" se le cose "andavano bene". Chi aveva postato la domanda originale (OP) era fortemente convinto che "beh, non lo faccio secondo il libro ma i miei pesci sono ok". "Ok" è molto soggettivo e aperto all'interpretazione, così come "va bene".

Non è difficile lasciarsi cullare da un falso senso di sicurezza quando le cose sembrano, in apparenza, andare bene nel breve termine. Man mano che la situazione si sviluppa a lungo termine, tuttavia, i problemi possono venire alla luce semplicemente perché la capacità dei pesci di farcela viene sopraffatta e le piccole ghiande di problemi che sono state seminate a breve termine si trasformano in enormi querce di problemi.

All'epoca ho pensato a lungo e intensamente alla pubblicazione sul thread, poiché era già abbastanza "vivace" con alcune opinioni molto forti. Ma più ci pensavo e più sentivo di dover dire qualcosa; se la cattiva pratica e la promozione di una cattiva pratica vengono lasciate incontrastate, allora come acquariofili rischiamo di deludere gli animali di cui affermiamo di essere così appassionati.

Sentivo di doverlo ai pesci di cui stavo per pubblicare le storie di vita, per assicurarmi che le loro esperienze contassero qualcosa e che in qualche modo potessero aiutare altri acquariofili e altri pesci a evitare lo stesso dolore che avevamo passato noi. Si dice che un'immagine parla più di mille parole ed è quello che speravo facessero le mie foto.

Il post si è rivelato piuttosto popolare e uno dei moderatori ha gentilmente messo in evidenza il post in modo che rimanesse in cima al forum e aiutasse a diffondere il messaggio. In seguito il forum di PFK è stato chiuso, e l'unico altro posto in cui vive questo post è un altro forum, fishkeeping.co.uk. L'ho aggiunto al sito di INJAF in modo che altri possano vederlo e imparare dalle esperienze di questi quattro pesci. Di seguito è riportato esattamente ciò che ho pubblicato originariamente, con alcune aggiunte (in corsivo) per fornire maggiori dettagli. Ho pensato di riscriverlo, ma all'epoca l'ho scritto con il cuore e volevo tenerlo così. Più avanti ci sono esempi di altre specie in quanto non sono solo i pesci rossi ad essere colpiti da questo.

La storia di quattro pesci rossi

La mia metà aveva un pesce rosso comune quando ci siamo incontrati da studenti. OH non è il tipo che compra animali domestici a caso, scopre sempre prima le cose. Fishie è stato acquistato nel 1991, Internet non era neanche lontanamente quello che è ora, quindi i libri e le informazioni dei negozi erano la fonte di riferimento. Fishie aveva un acquario da 40 litri - 40 litri per un pesce rosso - questo è ciò che era (e purtroppo a volte è ancora) comunemente raccomandato. Pensavamo che andasse bene, anche se abbiamo pensato che potesse stare meglio con un po' più di spazio, quindi gli abbiamo comprato un acquario da 70 litri, bello e grande abbiamo pensato. Ha iniziato ad avere problemi di salute invecchiando; ci siamo rivolti a Internet per chiedere aiuto e presto abbiamo scoperto cosa c'era che non andava. Una vasca troppo piccola, pesce rachitico, cattiva alimentazione, mancanza di comprensione del ciclo dell'azoto, Fishie era un pesce rosso comune - che dovrebbero vivere nei laghetti e non nelle vasche - una sorta di catalogo di errori.

(Era intorno a gennaio 2006, mi sono iscritta a un paio di forum e ho avuto la fortuna di incontrare alcune brave persone che erano già impegnate a sostenere i laghetti per i pesci rossi comuni e i grandi acquari per i pesci rossi fantasia. È stato 12 anni fa e anche se l'acquariofilia in questi 12 anni ha fatto tanta strada, c'è ancora molto da fare, quelle voci che parlavano 12 anni fa continuano a farsi sentire e iniziano a essere ascoltate.)

Abbiamo sistemato l'acquario come meglio potevamo in quel momento e ci siamo procurati un 120 cm, 350 litri (probabilmente non abbastanza grande) ma era troppo tardi per risolvere davvero i problemi di salute che gli avevamo causato. Era cieco così come i problemi di cui sopra. Cieco perché aveva sviluppato un'infezione batterica vivendo in una vasca semiciclata, troppo piccola, dove le sostanze inquinanti si erano accumulate a livelli pericolosi. Il suo sistema immunitario era inesistente negli ultimi anni, a causa di una cattiva alimentazione, con arresto della crescita e problemi di salute associati per essere stato tenuto in condizioni non perfette per la maggior parte della sua vita.

Di seguito alcune foto, la prima è Fishie, non è molto carino.

FISHIE

Reusable image
Image
Descrizione

Fishie: le cattive condizioni di vita hanno causato problemi di salute a lungo termine - Foto © INJAF

Ecco come appariva verso la fine della sua vita, magro (il suo sistema digerente era senza speranza), cieco, e soffriva di un'altra infezione nonostante lo sterilizzatore UV e le visite dal veterinario. Ma aveva 17 anni quando morì, mi prendeva del cibo dalle mani, nuotava, reagiva ai rumori della vasca e, per quanto possibile, interagiva con me e OH. Quindi questo significa che era felice e la sua vita è stata un successo nell'acquariofilia? Immagino che avrebbe potuto essere meno felice, ma sarò onesta e dirò che avrebbe potuto essere molto più felice. Ha vissuto a lungo ma non si può giudicare il successo o meno nel tenere un animale domestico da quanto tempo vive, ci sono molte variabili da tenere in considerazione.
La seconda foto è Howie, un altro dei miei pesci. Howie è qui per mostrare come avrebbe dovuto essere Fishie. Un po' di differenza. (Howie aveva circa 11 anni qui)

HOWIE

Reusable image
Image
Descrizione

Howie: mostra come dovrebbe essere un pesce rosso a coda singola - Foto © INJAF

Nel corso degli anni un sacco di persone che sono venute a casa nostra hanno commentato Fishie: "non è grande" (uhm, no, non proprio, era rachitico) "che bell'acquario grande" (uhm, no, non proprio, era solo di 70 litri), "non sembra in buona salute" (ehm, no, non proprio, era cieco e rachitico). La gente diceva cose carine su di lui e sul suo acquario, ma questo non significava che sapessero di cosa stavano parlando, o che lui fosse sano e avesse l'acquario giusto. (Questo per far capire che solo perché qualcuno dice che il tuo acquario e i tuoi pesci sembrano fantastici, non significa che lo siano davvero! Giudicare il successo dai commenti e dai complimenti di persone ben intenzionate ma scarsamente informate non è un mezzo di valutazione sicuro. Giudicheresti la sicurezza dei freni e dello sterzo di un'auto d'epoca dal fatto che qualcuno senza alcuna conoscenza di meccanica avesse detto che la vernice era buona?).

Il secondo esempio è Jerry, un pesce rosso cometa. Jerry è stato tenuto in una boccia e poi in un acquario a forma di boccia da 30 litri per quattro anni.

JERRY

Jerry: mostra gli effetti dell'arresto della crescita e delle cattive condizioni di vita - Foto © INJAF

Quando è venuto a vivere con noi aveva, a quattro anni, le dimensioni che un cometa sano avrebbe dovuto avere a circa quattro mesi. Malnutrito, rachitico, deforme, è morto tre mesi dopo essere venuto da noi. Il suo corpo era troppo danneggiato per il recupero e i suoi sistemi hanno semplicemente ceduto. Ma i suoi precedenti proprietari non potevano essere persuasi che ci fosse qualcosa che non andava in lui, si eccitava all'ora del cibo, mangiava, nuotava, la sua acqua veniva cambiata, aveva un filtro, i loro amici commentavano quanto fossero belli l'acquario e il pesce . "Dopo tutto, i pesci rossi vivono in bocce, non è vero che una bella vasca filtrata a forma di boccia deve essere un lusso, no? E ha quattro anni? Accidenti, non avevo idea che potessero vivere così a lungo". La gente diceva cose carine su di lui e sul suo acquario, ma questo non significava che sapessero di cosa stavano parlando, o che lui fosse sano e avesse l'acquario giusto. Confronta la sua foto con la quarta, un wakin/cometa, un altro dei miei pesci. Pixie in questa foto ha più o meno la stessa età di Jerry quando è morto, trovate le differenze.

(La coda di Jerry era stranamente deformata e piegata verso l'alto a causa del continuo nuotare in cerchio boccheggiando in superficie. Era piccolo e molto magro, potete vederlo dalle dimensioni sproporzionate della testa che era molto malandato. Jerry trascorse i suoi ultimi tre mesi vivendo da solo, avevo sempre sperato che potesse diventare abbastanza forte da unirsi agli altri nella vasca più grande, ma non lo fece mai. Non è mai stato abbastanza forte da competere per il cibo e poteva mangiare solo una dieta molto limitata senza soffrire di problemi di galleggiamento, cosa che non si vede spesso in un cometa, di solito possono mangiare qualsiasi cosa senza nemmeno l'ombra di un problema! Quindi purtroppo non ha mai avuto la vita sociale di cui beneficiano i pesci rossi, ma è riuscito a vivere i suoi ultimi giorni in pace e comodità.)

PIXIE

Pixie: mostra come dovrebbe apparire un pesce rosso di tipo cometa

Avrete notato che i miei esemplari sani vivono in vasche, non nei laghetti in cui dovrebbero idealmente vivere. Questi due sono quelli che ho riaccasato da condizioni molto meno adatte. Li avrei comprati? No. Ho migliorato la loro prospettiva offrendo loro una casa più adatta di quella originale? Ovviamente. Nel caso qualcuno se lo stesse chiedendo, i due acquari che abbiamo ora sono 2 metri e 550 litri. Non è un momento di vanteria 'guardate me e i miei grandi acquari', è solo un'informazione.

(Howie e Pixie provenivano da case in cui erano molto curati, ma i loro proprietari avevano appreso che i pesci avevano bisogno di più di quello che erano in grado di fornire loro, e hanno cercato di trovare loro casa da qualche parte, in cui avrebbero potuto avere più spazio per nuotare ed essere in grado di vivere con altri pesci rossi. Prenderli non è stata una decisione facile perché sapevo che idealmente avrebbero avuto bisogno di più di quanto anche questi acquari potessero fornire. Tuttavia, Howie aveva più di 10 anni, non aveva mai vissuto fuori, mai passato un inverno, completamente all'oscuro sui predatori (sarebbe andato a vedere cosa voleva il gatto!) e temevamo che trovargli un laghetto potesse finire per ucciderlo con gentilezza.
Pixie era minuscolo quando è arrivato per la prima volta, un pesce molto molto nervoso che adorava il suo compagno fantasia che viveva con lui. Spesso si nascondeva sotto la sua coda quando era piccolo e qualcosa lo faceva sobbalzare, questo ha avuto meno successo man mano che cresceva e sembrava che stesse indossando un cappello piuttosto infastidito! Avrebbe potuto stare bene in un laghetto, ma probabilmente la sua lunghissima e fluente coda avrebbe sofferto in inverno in quanto la mancanza di circolazione può provocare danni alle estremità con il freddo. Ancora una volta, si decise di non rischiare che andasse in un laghetto. Accasarli era un approccio pragmatico a una situazione in cui i pesci erano già bisognosi.)

Il punto che sto cercando di sottolineare è che pensavamo di fare bene per Fishie, i proprietari di Jerry pensavano che stessero andando bene per lui. Non era così e il risultato fu la loro cattiva salute. Quindi le "regole" e le linee guida sono lì per uno scopo, per aiutare a impedire a persone come me di infliggere inavvertitamente problemi di salute ai loro animali domestici. Se le indicazioni di cura e il consenso generale dicono che un pesce ha bisogno di X per prosperare, allora c'è una ragione per questo. Come Fishie e Jerry può vivere in meno di X e non morire ma date un'occhiata alle foto, immaginate come mi sono sentita quando Jerry è morto a quattro anni e non c'era niente che potessi fare per lui se non guardarlo sdraiato lì e chiedermi se questa volta forse non sarebbe tornato dalla morte. Immaginate come ci siamo sentiti guardando Fishie in quello stato e sapendo di esserne responsabili. Potrei sostenere che Fishie è stato "ok" per anni. Guarda come è finito però. E abbiamo fatto tutto il possibile per aiutarlo una volta che ci siamo resi conto di dove stavamo sbagliando, ma non era abbastanza per rendere i suoi ultimi anni un'esperienza sana e di successo per nessuno di noi.

Non si tratta davvero di mantenere i pesci con un budget particolare, o di adattare quelli che volete tenere alla vostra vita, ma non avere grandi vasche perfette per un particolare pesce e convincervi che va bene. O pubblicare sui forum o ribattere / alla ricerca di convalida e assoluzione. Se fornite solo ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere, rischiate di finire con un Fishie o un Jerry. Abbiamo sbagliato per Fishie e sono felice di alzare le mani su questo, sarei una pazza a fare altrimenti. Spero davvero che questo aiuti a evitare che altri pesci subiscano la stessa sorte di F & J.

Non sono solo pesci rossi però...

Il post originale termina come sopra. Ma è importante sottolineare che non sono solo i pesci rossi a soffrire di problemi di salute, crescita stentata ecc., Può capitare a qualsiasi pesce. Le foto qui sotto sono state pubblicate sul forum PFK poco dopo quanto sopra. Chi ha scritto il post aveva salvato i due pesci da pessime condizioni e condiviso le foto per chiedere aiuto e consigli, ma anche per mostrare i risultati della scarsa cura di questi pesci. Si pensa che questi non fossero pesci giovani, ma con il loro passato oscuro era difficile per chiunque esserne sicuro. Fortunatamente il loro proprietario aveva capito che dovevano essere riaccasati. Sono due pleco comuni, Pterygoplichthys pardalis, che ci crediate o no! Erano stati tenuti in una vasca molto piccola e di conseguenza avevano sviluppato deformità significative. Foto per gentile concessione di BettaQueen sul forum PFK.

Pterygoplichthys pardalis rachitico (noto anche come pleco comune)

Anche Hermione è un Pterygoplichthys pardalis, è albina quindi non ha le macchie dei due precedenti ma a circa 40 cm di lunghezza dimostra come avrebbero dovuto essere i due pleco fotografati sopra. Potreste dare un'occhiata anche alle foto di questa specie su planetcatfish in quanto ce ne sono alcuni con la stessa colorazione dei due sopra. La differenza è davvero notevole.

HERMIONE

Hermione mostra che aspetto dovrebbe avere un pleco comune (Pterygoplichthys pardalis)

Hermione è lei stessa un pesce salvato. È stata salvata dal piccolo e brutto acquario nella foto sotto (dove potete quasi vederla mentre cerca di nascondersi dietro il riscaldatore a sinistra) quando il locale commerciale in cui viveva stava chiudendo. Era stata minacciata di essere buttata nel gabinetto tirando la catena, ma un cavaliere dall'armatura scintillante intervenne e salvò la situazione (ed Hermione!). Da allora è sbocciata e cresciuta e ora è la splendida ragazza nelle altre foto.

Hermione nella sua vecchia vasca prima di essere salvata

Potete farvi un'idea della sua taglia dal fatto che sta mangiando un grosso cavoletto di Bruxelles!

Reusable image
Image
Descrizione

Hermione, una pleco comune (Pterygoplichthys pardalis) di 40 cm di lunghezza. Potete farvi un'idea della sua taglia dal fatto che sta mangiando un grosso cavoletto di Bruxelles! - Foto © INJAF

Image
Descrizione

Hermione e Barney dimostrano il perché gli Ancistrus sono molto più adatti per la media degli acquari rispetto ai pleco comuni, Pterygoplichthys pardalis (Injaf)

Pensiamo che sia sbalorditiva e un ottimo esempio di come dovrebbero essere i "pleco comuni". Sono troppo spesso venduti per vivere in vasche troppo piccole, "per pulire le alghe" - questa non è la vita che dovrebbero avere, questa è la vita che dovrebbero avere - grandi vasche, buon cibo e tante cure amorevoli.

JETHRO & GIBBS (e un lieto fine)

La storia di Jethro e Gibbs è stata pubblicata sul forum di PFK nel 2013 dalla signora che li aveva salvati. Voleva usare la loro storia per aiutare a educare gli altri e mostrare quanto fossero inadatti questi grandi pesci alla media degli acquari e su come vengano spesso acquistati come mangia-alghe quando in realtà le loro esigenze sono significativamente al di sopra e al di là di questo. Questa è la loro storia, aggiornata cinque anni dopo per mostrare che a volte i pesci possono tornare dal bordo del baratro se ricevono le cure di cui hanno disperatamente bisogno. Jethro e Gibbs sono due Pterygoplichthys gibbiceps.

Un pleco è per la vita, non solo per le alghe

Questa è la storia dei miei due pleco, Jethro e Gibbs. È iniziata con l'offerta e la vittoria di un acquario su eBay, la descrizione affermava che i pesci sarebbero stati riaccasati. Non era grande, 90x30x38 cm - lo volevo come acquario da quarantena. Ho ricevuto una telefonata da mio marito che mi diceva che la persona non aveva riaccasato i pesci e che erano "grandi cose rubiconde". Il proprietario ha detto che li avrebbe infilati in un secchio e portati in un negozio la mattina, ma abbiamo ritenuto che fosse meglio portarli a casa.

Ha dovuto trasportare i pesci nella vasca, mezza piena d'acqua. Quando sono arrivati qui ho sentito l'odore dell'acquario prima di vederlo! Sono rimasta inorridita nel vedere due enormi pleco, uno da 35 e l'altro da 30 cm all'interno. I miei progetti per il Juwel Rio 300 sono andati dritti fuori dalla finestra e l'abbiamo riempito e inserito i due pesci. L'acquario era dotato di un filtro esterno che non funzionava correttamente ma l'ho fatto funzionare, ho aggiunto alcuni media da uno dei altri acquari e l'ho collegato al Rio.

Entrambi i pesci erano magri e per settimane sembravano trasudare sporcizia dalla pelle. A Jethro diventarono anche nere le estremità di due delle pinne, la mancanza di spazio nel suo vecchio acquario aveva fatto sì che si sfregasse contro gli arredi nel tentativo di muoversi, togliendo la pelle fino all'osso, che era esposto e infetto. Sotto consiglio di un esperto di pesci, abbiamo usato olio di chiodi di garofano per mettere fuori combattimento Jethro e tagliare l'osso morto e il tessuto, e coprire le estremità esposte con sudocrem. Ha funzionato e nuovo tessuto ha iniziato a crescere sull'osso esposto. Ha lasciato Jethro con le pinne leggermente accorciate, ma non gli da fastidio.

La pinna accorciata di Jethro dove il tessuto infetto è stato tagliato via

Jethro e Gibbs sono rimasti insieme nell'acquario da 300 litri per sei mesi per assicurarci che stessero entrambi bene e iniziassero ad avere delle belle pance arrotondate invece di quelle orribilmente infossate. Ho quindi iniziato a cercare casa per loro, e mi sono resa conto di quanti di questi bellissimi pesci vengono regalati perché sono indesiderati, troppo grandi per l'acquario, non mangiano più alghe e fanno un casino enorme. Una sera mi sono seduta vicino alla vasca, con le lacrime agli occhi, quando mio marito è entrato nella stanza sorridendomi. Gli ho chiesto cosa avrei dovuto fare con i miei ragazzi, nessuno li voleva e la loro casa temporanea era troppo piccola e lui ha detto: "Ti ho appena comprato un acquario più grande". Jethro e Gibbs sono rimasti!

Reusable image
Image
Descrizione

Jethro, un Pterygoplichthys gibbiceps, a cinque anni dalla sua lotta per sopravvivere ai problemi causati da cure sbagliate - Foto © INJAF

Image
Descrizione

Gibbs, un Pterygoplichthys gibbiceps, cinque anni dopo a 45 cm di lunghezza - Foto © INJAF

Il post originale terminava così, ma siamo felici di segnalare che cinque anni dopo Jethro e Gibbs sono ancora con la signora che ha vinto il loro acquario su eBay. Entrambi sono cresciuti e Gibbs ora è di 45 cm mentre Jethro è di 50 cm. Come potete vedere, sono pesci enormi e hanno un bell'aspetto in questi giorni.

L'impatto a lungo termine della loro vita precedente avrebbe potuto essere enorme, e ne portano ancora le cicatrici, letteralmente. I pesci hanno un'incredibile voglia di vivere e con le giuste cure e attenzioni a volte possono tornare anche quelli al limite. Volevamo concludere con una nota positiva e incoraggiare le persone a fare la cosa giusta per gli animali a loro affidati perché ripagano con enormi ricompense.

Reusable image
Image
Descrizione

Jethro, un Pterygoplichthys gibbiceps, a cinque anni dalla sua lotta per sopravvivere ai problemi causati da cure sbagliate è di 50 cm di lunghezza - Foto © INJAF

Image
Descrizione

Gibbs, un Pterygoplichthys gibbiceps, cinque anni dopo a 45 cm di lunghezza, felice e in salute nella sua nuova casa - Foto © INJAF

Ci auguriamo che le nostre esperienze e le nostre foto possano essere utilizzate per aiutare gli altri a evitare questi problemi, quindi sentitevi libero di condividerle.

Autore: Suzanne Constance, la storia di Jethro e Gibbs è stata scritta e fornita da Lesley Duggan.
Foto: Suzanne Constance, Fishlady, BettaQueen, Lesley Duggan.

Le Specie

Goldfish, Pesce Rosso

Conosciamo meglio i Carassius auratus, i mitici pesci rossi, così diffusi ma così poco conosciuti e bistrattati... sono tra i pesci più venduti, ma nessuno sa quali siano le dimensioni che dovrebbero raggiungere se allevati bene, e quale sia la durata della loro vita...

Aspettativa di vita: Pesci rossi comuni: da 25 a 40 anni - Pesci rossi fantasia: da 8 a 15 anni
Dimensioni max: 48 cm TL è la misura dell'esemplare più grande ritrovato in natura, nella forma comune, riportata da Fishbase; normalmente in acquari adatti i pesci rossi comuni raggiungono i 35-40 cm mentre le forme fantasia o fancy i 30 cm di lunghezza (per altrettanti di altezza)
Temperatura: 0 - 41°C
Sail Fin Pleco

Uno splendido pesce, dalla grande pinna dorsale, comprato spesso come 'pulitore', senza informarsi sulle sue esigenze, per poi scoprire che possono arrivare al mezzo metro di lunghezza...

Aspettativa di vita: 20 anni e più
Dimensioni max: 50 cm TL
Temperatura: 23 - 27°C
Common pleco, Pleco comune

Tra le tante specie che da adulte diventano molto grandi e commercializzate come 'pleco comune', confuse l'una per l'altra, comprate solo come 'mangia-alghe', senza approfondire quali siano le loro esigenze e necessità.

Aspettativa di vita: 20 - 30 anni
Dimensioni max: 49.0 cm TL
Temperatura: 23 - 28°C

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette