Salta al contenuto principale

Xiphophorus hellerii

Heckel, 1848

E' uno tra i pesci d'acquario più riconoscibili del mondo e onnipresente nel commercio dei pesci ornamentali, l'allevamento selettivo ha portato allo sviluppo di una sconcertante serie di forme ornamentali che tendono a mostrare colori e morfologia delle pinne non presenti nei pesci selvatici.

Image
Descrizione

Xiphophorus hellerii maschio, riconoscibile dal prolungamento della pinna caudale simile ad una spada - Foto © Hristo Hristov

Image
Descrizione

Xiphophorus hellerii femmina, senza il prolungamento della pinna caudale a forma di spada - Foto © Hristo Hristov

Nome comune
Swordtail
Sinonimi
Xiphophorus brevis; Xiphophorus guentheri; Xiphophorus Guntheri; Xiphophorus helleri brevis; Xiphophorus helleri helleri; Xiphophorus helleri strigatus; Xiphophorus hellerii guentheri; Xiphophorus jalapae; Xiphophorus rachovii; Xiphophorus striga
Aspettativa di vita
5-6 anni
Dimensioni massime in natura

maschio 14.0 cm; femmina 16.0 cm TL

E' uno tra i pesci d'acquario più riconoscibili del mondo e onnipresente nel commercio dei pesci ornamentali, anche se il suo nome è spesso scritto in modo errato (Xiphophorus helleri con una sola i, mentre l'ortografia corretta è Xiphophorus hellerii con due i) sia nella letteratura scientifica che tra gli acquariofili.
Purtroppo, come per molti altri poecilidi, le riproduzioni selettive tra consanguinei, hanno portato allo sviluppo di una sconcertante serie di forme ornamentali che tendono a mostrare colori e morfologia delle pinne non presenti nei pesci selvatici. Alcune di queste forme sono anche il risultato di ibridazioni artificiali con altri membri del genere, in particolare Xiphophorus maculatus e Xiphophorus variatus. Il problema di queste forme è che l'inbreeding ne ha impoverito il patrimonio genetico, avendo come risultato la produzione di esemplari indeboliti, propensi ad ammalarsi continuamente e destinati a morire molto prima della loro normale aspettativa di vita.

Nonostante la loro diffusione, in realtà non sono adatti alle comuni vasche di comunità, che sono in genere decisamente piccole per consentire un loro corretto sviluppo: sono tra i tanti pesci comprati come oggetti, pensando quasi siano di plastica, e non esseri viventi, per di più 'cuccioli', pesci giovanissimi che devono ancore crescere... i portaspada diventano molto più grandi di platy e guppy, possono arrivare ai 15-16 cm se si comprende anche la lunga coda, per cui hanno bisogno di una vasca molto grande per poter nuotare liberamente, crescere, diventare adulti e invecchiare serenamente.

Morfologia: Spine dorsali (totale): 0-0; Raggi dorsali molli (totale): 11-14; spine anali 0-0; Raggi anali molli: 8-10. Corpo allungato; capo aguzzo.
Livrea: Ci sono molte varietà di colorazione, dovute agli habitat naturali molto vasti. Per il P. helleri verde, il colore di base è grigio oliva; le file di squame lungo la metà del corpo sono da verdi ad azzurre; il ventre è bianco ed è presente una linea longitudinale rosso chiaro, rosso scuro o marrone sui fianchi in tutte le popolazioni (varietà regionali). In poche varianti, possono essere presenti una o due linee supplementari sopra questa linea ed una o due sotto. In quasi tutte le popolazioni, la pinna dorsale ha punti o macchie di colore rosso. Questa colorazione può anche comparire nella pinna caudale. La spada dei maschi è giallo luminoso ed ha un orlo nero più spesso sotto che sopra. I pesci vecchi (di 3 - 4 anni) possono avere la spada completamente nera dalla pinna caudale per tutta la lunghezza fino alla punta.
Viene usato per la ricerca genetica. Sono pesci d'acquario molto popolari, particolarmente le varietà rosse.

Xiphophorus hellerii 'Yucatan': Nel 1975 l'acquariofilo berlinese Günter Daul raccolse durante un viaggio di vacanza in Messico alcuni Portaspada nello stato di Quintana Roo e li portò a casa con successo. Questo ceppo venne chiamato più tardi erroneamente Xiphophorus helleri Yucatan, anche se lo stato dello Yucatan si trova a ovest di Quintana Roo. Il ceppo avrebbe dovuto essere denominato correttamente Xiphophorus helleri Quintana Roo; ma il pesce è stato indicato così spesso nella letteratura acquariofila sotto il nome di Xiphophorus helleri Yucatan che una correzione avrebbe portato solo ad inutile confusione. Chi è interessato alla storia di questi pesci può approfondire con la lettura di questo articolo. È molto interessante il fatto che questa popolazione sia sopravvissuta come ceppo puro per circa 40 anni negli acquari degli acquariofili.

Le specie di Xiphophorus sono naturalmente distribuite in tutto il versante atlantico del Messico e nelle porzioni adiacenti del Centro America, anche se sono stati introdotti e si sono stabiliti in altri paesi e territori. Sono comunemente indicati come ‘platy’ e ‘portaspada’, e sono considerati importanti in diversi campi della ricerca scientifica, tra cui studi su comportamento, genetica e biomedica (tra cui la causa e la genetica dei tumori).

Il genere Xiphophorus è suddiviso in tre principali clade filogeografici: i platy, che si trovano in tutto il Messico orientale e in America Centrale; i portaspada settentrionali, endemici nello spartiacque tra Río Panuco e Río Tuxpan nelle montagne orientali della Sierra Madre nel nord-est del Messico, e i portaspada meridionali, nel Messico meridionale e nell'America Centrale settentrionale. Le relazioni all'interno di questi gruppi sono state studiate in profondità. Xiphophorus hellerii è un membro del clade dei portaspada meridionali.

  • Specie che va allevata in gruppo
  • il numero delle femmine deve essere superiore a quello dei maschi
  • Specie che diventa grande: la femmina supera i 16 cm
  • Specie ormai da anni riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio sono tutti d'allevamento. Chiedete comunque sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o di allevamento.
Distribuzione

America Centrale e del Nord: Rio Nantla, Veracruz in Messico e in Honduras nordoccidentale. Africa: Popolazioni selvatiche sono state segnalate dal Natal e dal Transvaal orientale, così come nel lago Otjikoto, in Namibia. Parecchi paesi segnalano un effetto ecologico negativo dopo l'introduzione.

Originario del Messico sud-orientale, del Guatemala centrale, del Belize meridionale e dell'Honduras nord-occidentale. La sua distribuzione nota si estende a sud dal Río Nautla (in alternativa denominato Río Filobobos) nello stato centrale di Veracruz, in Messico, fino al drenaggio Rio Usumacinta in Guatemala, al Río Sarstún (aka Sarstoon) al confine tra Guatemala e Belize, e il Rio Copán e Chamelecón in Honduras.
All'interno di questi confini si trova anche in vari sistemi fluviali negli stati messicani di Campeche, Chiapas, Oaxaca, Quintana Roo e Tabasco.
La località tipo è "Orizaba, Messico", che corrisponde alla città con quel nome nello stato di Veracruz.
È stato ampiamente introdotto in altri bacini fluviali in Messico e in tutto il mondo ed è ora presente in tutti i principali continenti tranne l'Antartide. Paesi o territori in cui esistono popolazioni selvatiche includono Panama, Colombia, Brasile, Perù, Giamaica, Porto Rico, Martinica, Bahamas, Stati Uniti, Hawaii, Austria, Repubblica Ceca, Ungheria, Israele, Iran, Repubblica Democratica del Congo, Namibia, Sudafrica, Zimbabwe, Zambia, Madagascar, Riunione, India, Sri Lanka, Singapore, Cina, Hong Kong, Taiwan, Giappone, Indonesia, Guam, Papua Nuova Guinea, Australia, Nuova Caledonia e Figi.

Habitat

Ambiente: bentopelagico; non migratori; acqua dolce e acqua salmastra; Clima: tropicale
Si trova principalmente in torrenti ed in fiumi dalla corrente veloce, e preferisce gli habitat molto ricchi di vegetazione. Si presenta nelle calde acque sorgive e nei loro effluenti, nei canali pieni d'erbacce e negli stagni.

Popolazioni naturali si trovano in vari tipi di habitat dal livello del mare a circa 1500 m di altitudine, tra cui torrenti rocciosi a corrente veloce, fino a sorgenti, fossati, stagni e fiumi contenenti acque limpide e torbide. Nella maggior parte dei casi l'acqua ha una profondità inferiore a 1,5 m e non c'è vegetazione acquatica.
Nell'acqua che scorre gli adulti tendono a riunirsi in aree con maggiore corrente, mentre i giovani e i subadulti mostrano una preferenza per le zone marginali tranquille.
Le popolazioni introdotte possono trovarsi in sorgenti, corsi d'acqua, fiumi, canali, fossati, pozze, bacini artificiali e altri ambienti, e le specie presentano un grado di tolleranza alle condizioni inquinate. Laddove Xiphophorus hellerii si presenta in gran numero al di fuori della sua distribuzione naturale, si pensa che eserciti una serie di impatti negativi sulle specie e sugli ecosistemi nativi.

Temperatura in natura
22 - 28°C
Valore pH in natura
7.0 - 8.0
Valori acqua in natura
dH: 9.0 - 19.0
Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 120x40x40h cm per un gruppo di minimo 5-6 esemplari.
La scelta degli arredi non è particolarmente critica, anche se tende a stare meglio in un allestimento fittamente piantumato con un substrato scuro. Le forme selvatiche potrebbero essere ospitare in un acquario organizzato per assomigliare ad un ruscello che scorre tra rocce erose dall'acqua e piccoli massi. Sembra essere apprezzata anche l'aggiunta di alcune piante galleggianti per schermare la luce e di radici o legni per creare zone riparate e ombreggiate, che aggiungono una sensazione più naturale. La filtrazione non deve essere particolarmente forte, anche se sembrano apprezzare un certo grado di movimento dell'acqua.
Preferisce condizioni d'acqua dura e alcalina, ma non risente negativamente dell'essere allevato in acqua neutra o leggermente acida come ad esempio guppy, platy e molly.

Comportamento e compatibilità: Sono una specie attiva e pacifica, che starà bene in compagnia di altri poecilidi o di altre specie dalle esigenze simili. Non va allevata con altre specie de genere Xiphophorus, per evitare il rischio di ibridazione. No alle specie mordi-pinne, che potrebbero stroncare la loro 'spada'. Possono essere adatti tranquilli abitanti del fondo, come pacifici Corydoras e piccoli loricaridi.
Come altri poecilidi, ama vivere in compagnia dei propri simili, per cui vanno allevati in gruppi di minimo 5-6 esemplari, con più femmine rispetto ai maschi, per distribuirne meglio le pressanti attenzioni.
Negli spazi chiusi dell'acquario i gruppi di maschi tendono a formare gerarchie di dominanza e possono investire una percentuale significativa del loro tempo nel cercare di mantenere le rispettive posizioni.

Alimentazione

Le analisi del contenuto dello stomaco di esemplari selvatici hanno dimostrato che è un onnivoro generalizzato, nutrendosi di una serie di invertebrati acquatici e terrestri, detriti organici, alghe e altro materiale vegetale.
In acquario accetta volentieri qualsiasi cibo gli venga offerto. Una dieta equilibrata comprende buoni prodotti secchi di qualità con piccole aggiunte di cibo vivo e/o congelato come Daphnia, Artemia e Chironomus.

Comportamento riproduttivo
Specie ovovivipara senza cure parentali
Dimorfismo sessuale

I maschi adulti tendono ad essere più piccoli rispetto alle femmine e sono in possesso di un gonopodio prominente, in più presentano l'estensione caratteristica del lobo inferiore della pinnadella caudale. In alcuni ceppi ornamentali possono presentare delle estensioni anche il lobo superiore della pinna caudale o altre pinne, comprese le femmine.

Riproduzione

Come gli altri membri della famiglia vivipara dei Poeciliidae, il maschio di Xiphophorus hellerii ha un gonopodio, essenzialmente una pinna anale modificata, che viene utilizzato per la fecondazione interna delle femmine, in cui vengono inseriti dei 'pacchetti di sperma' che la femmina può immagazzinare per mesi, consentendo la fecondazione di diverse nidiate successive anche senza ulteriori accoppiamenti.
Il comportamento riproduttivo degli Xiphophorus è stato molto studiato, e si sa ad esempio che le femmine mostrano preferenza per determinate caratteristiche fisiche e comportamentali del maschio, come la lunghezza della spada (lunga, corta, o senza), il disegno della livrea, le dimensioni corporee, macchie verticali sul corpo, segnali chimici e comportamenti nuziali specifici. In alcuni casi, le femmine possono mostrare preferenza per tratti maschili di altre specie.
Il comportamento maschile è stato progettato sia per attirare le femmine che per scacciare i rivali, mentre ci sono alcun individui, chiamati 'sneaker' che aspettano il momento in cui il maschio dominante inserisce i suoi 'pacchetti di sperma' in una femmina per approfittare del momento e inserire subito dopo anche i propri.

La gestazione dura da 24 a 30 giorni, al termine della quale la femmina presenta la pancia molto ingrossata con una macchia scura, detta macchia gravidica, subito dietro, verso l'ano. La femmina può partorire da 20 a 200 avannotti, in base alle dimensioni e alla sua età. I pesci adulti, genitori compresi, predano i piccoli, per cui il metodo migliore per farne crescere un buon numero è quello di rimuovere la femmina gravida in un acquario separato e permetterle di partorire lì prima di rimetterla nell'acquario principale. L'utilizzo di sale parto o sale nido non è raccomandabile, in quanto stressano enormemente le femmine, e le loro piccole dimensioni non sono adatte per l'allevamento degli avannotti.
Gli avannotti sono abbastanza grandi e accetteranno naupli d'artemia o mangime in fiocchi polverizzato già dalla nascita.
I giovani raggiungono la maturità sessuale dopo 8 - 12 mesi.
Questa specie ha una tendenza a subire un'inversione sessuale (da femmina a maschio) se sottoposta a determinate condizioni ambientali.

Specie appartenenti al Genere

Chiapas Swordtail

Una specie di portaspada non facile da trovare in commercio, ma che proprio per questo non ha sofferto della produzione in massa del più comune Xiphophorus hellerii

Dimensioni max: maschio 15 cm, femmina 8.9 cm
Temperatura: 25 - 28°C
Delicate Swordtail

Una specie di portaspada molto difficile da trovare in commercio

Dimensioni max: 5.0 cm TL; (femmina 5.5 cm)
Temperatura: 24 - 28°C
Swordtail

E' uno tra i pesci d'acquario più riconoscibili del mondo e onnipresente nel commercio dei pesci ornamentali, l'allevamento selettivo ha portato allo sviluppo di una sconcertante serie di forme ornamentali che tendono a mostrare colori e morfologia delle pinne non presenti nei pesci selvatici.

Aspettativa di vita: 5-6 anni
Dimensioni max: maschio 14.0 cm; femmina 16.0 cm TL
Temperatura: 22 - 28°C
Southern platy, Platy

I Platy sono tra i più diffusi pesci d'acquario, considerati adattissimi ai principianti, anche perché si riproducono facilmente in acqua di rubinetto. Conoscerne esigenze e necessità aiuta comunque ad allevarli a lungo in salute.

Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni max: maschio 4.0 cm TL, femmina 6.0 cm TL
Temperatura: 18 - 25°C

Una splendida specie di portaspada, tra i più grandi del genere

Dimensioni max: maschio 16.0 cm TL; femmina 11.0 cm TL
Temperatura: 26°C
Catemaco platy

Xiphophorus milleri è una specie endemica che vive esclusivamente nel lago di origine vulcanica di Catemaco, in Messico.

Dimensioni max: maschi 3.0 cm TL, femmine 4.5 cm TL
Temperatura: 24 - 28°C
Montezuma swordtail

Una tra le più belle specie di Xiphophorus, con la 'spada' che può superare il doppio della lunghezza del corpo

Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Dimensioni max: maschi 8.5 cm TL, femmine 7.5 cm TL
Temperatura: 20 - 26°C
Mountain Swordtail

Un portaspada molto difficile da trovare in commercio, ma allevato da appassionati di ovovivipari

Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Dimensioni max: maschi 5.0 cm TL, femmine 6.0 cm
Temperatura: 19 - 26°C
Pygmy swordtail

Una specie di portaspada che rimane molto piccola, ma che non è adatta a piccoli acquari, perché ama la forte corrente

Dimensioni max: 4.0 cm TL
Temperatura: 24 - 28°C
Variable platy, Platy variabile

Estremamente popolare, sono disponibili decine di varietà di platy riprodotte selettivamente, purtroppo molto poco robusti, a causa della consanguineità e della sovrapproduzione, e sono soggetti a malattie e morte prematura.

Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni max: maschio 5.0 cm, femmina 7.0 cm TL
Temperatura: 15 - 25°C
Riferimenti & Link
it.hobby.acquari

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Iscriviti a Xiphophorus hellerii
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette