Salta al contenuto principale

Toxotes chatareus

(Hamilton, 1822)

Tra i pesci arciere Toxotes chatareus non è molto facile da trovare in commercio, ma come il più comune Toxotes jaculatrix, diventa grande, deve vivere in acqua salmastra e in gruppo.

Image
Descrizione

Toxotes chatareus (Large scale Archerfish), una specie che raggiunge i 40 cm di lunghezza, ed è venduta come pesce d'acquario - Foto © Beta Mahatvaraj (Meenkaran)

Nome comune
Largescale archerfish, Pesce arcere
Aspettativa di vita
15 - 20 anni
Dimensioni massime in natura

40 cm SL. Peso massimo pubblicato: 750 g

Quello dei pesci arciere è uno dei gruppi più affascinanti di pesci, che si sono evoluti con un modo di alimentarsi molto particolare. La famiglia contiene sei specie, di cui Toxotes jaculatrix è la più comunemente disponibile; di tanto in tanto è possibile trovare in commercio anche il molto simile Toxotes chatareus, anche se molto meno frequentemente.

Anche se ci sono persone che allevano i Toxotes in acqua dolce e sostengono di avere successo, in realtà è sempre meglio allevarli in acqua salmastra. In acqua dolce possono sopravvivere per qualche tempo, magari anche per qualche anno se sono giovani, ma non raggiungeranno mai l'aspettativa di vita che possono raggiungere in acqua salmastra.

Morfologia: Spine dorsali (totale): 5-6; Raggi dorsali molli (totale): 12-13; Spine anali 3; Raggi anali molli: 15-17
Nei luoghi d'origine viene pescato come cibo.

  • Specie che deve vivere in gruppo
  • Specie che diventa grande: fino a 40 cm
  • Specie d'acqua salmastra
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o d'allevamento.
Reusable image
Image
Descrizione
Image
Descrizione

Esemplare adulto di Toxotes chatareus - Foto © Glynn Aland (Fishbase.org)

Distribuzione

Asia e Oceania: Sri Lanka e India, fino alla Nuova Guinea ed all’Australia settentrionale

Toxotes chatareus ha una massiccia distribuzione naturale. È stato registrato da Pakistan, India, Bangladesh, Sri Lanka, Myanmar, Thailandia, Vietnam, Laos, Cambogia, Malesia, Filippine, Indonesia, Papua Nuova Guinea e Australia settentrionale.

LEAST CONCERN

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
LEAST CONCERN (minima preoccupazione)

  • Seven-spot Archerfish: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Habitat

Ambiente: pelagico; anfidromo; acqua dolce e acqua salmastra. Clima: tropicale

Toxotes chatareus si presenta principalmente negli estuari salmastri delle mangrovie, ma penetra anche all’interno dei fiumi d’acqua dolce e di piccoli corsi d’acqua. Abita le acque costiere. Trovato lungo le rive di acque sia correnti che stagnanti. Si presenta nelle zone ombreggiate con vegetazione che si sporge sull’acqua. Ritrovato anche in fiumi dalle dimensioni medio-grandi.

Temperatura in natura
25 - 30°C
Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 180x60x60h cm per un singolo esemplare
Per i pesci arciere possono essere considerati due tipi di configurazione. La prima è una normale configurazione d'acquario salmastro, contenente radici di mangrovie e piante che tollerino condizioni salmastre. La corrente dell'acqua dovrebbe essere lenta e tranquilla. La seconda configurazione adatta per allevare i pesci arciere è allestimento tipo biotopo, utilizzando un acquario alto, pieno d'acqua per metà e una zona asciutta di terra e piante nella parte superiore dell'acquario (paludario). Questo allestimento ha il vantaggio di favorire il naturale comportamento alimentare dei pesci.

Comportamento e compatibilità: Toxotes chatareus è generalmente tranquillo, anche se può mangiare i pesci più piccoli. Può anche essere aggressivo verso i conspecifici, ma questo può essere mitigato allevandoli in gruppi di minimo 4 o 5 esemplari. In acquari molto grandi, può essere tenuto con altri pesci d'acqua salmastra di grandi dimensioni come Scatophagus, Monodactylus ed Etroplus suratensis.

Alimentazione

I pesci selvatici si nutrono soprattutto di invertebrati terrestri e acquatici di vario tipo, anche se di tanto in tanto predano anche piccoli pesci.
Il pesce arciere è famoso per il suo comportamento alimentare. Ha la capacità di sparare getti d'acqua dalla bocca contro gli insetti posati sulla vegetazione che sporge sopra all'acqua. L'insetto poi cade in acqua e viene mangiato. I getti d'acqua dalla bocca vengono espulsi con considerevole forza; inoltre è notevole la sua capacità di compensare la rifrazione visiva quando prende la mira; la distanza a cui può arrivare è di circa 150 cm.
Se si utilizza un allestimento tipo paludario, è possibile riprodurre questo comportamento introducendo grilli o moscerini della frutta nell'area piantumata nella parte superiore della vasca. Quando si avventureranno lungo le piante e le foglie, potranno essere eventualmente cacciati dal pesce arciere. Il pesce accetta comunque anche mangime secco galleggiante in scaglie e pellet ed inoltre apprezza i cibi congelati, come chironomus e artemia.

Riproduzione

Non ci sono report di riproduzioni di Toxotes chatareus registrate in cattività. Diversamente dal suo vicino cugino, Toxotes jaculatrix, ne sono state registrate in natura delle riproduzioni in acqua dolce. Sembra infatti che si riproduca durante la stagione delle piogge; vengono deposte un gran numero di uova, da 20 a 150, galleggianti, che misurano circa 0.4 mm di diametro.

Specie appartenenti al Genere

Largescale archerfish, Pesce arcere

Tra i pesci arciere Toxotes chatareus non è molto facile da trovare in commercio, ma come il più comune Toxotes jaculatrix, diventa grande, deve vivere in acqua salmastra e in gruppo.

Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Dimensioni max: 40 cm SL. Peso massimo pubblicato: 750 g
Temperatura: 25 - 30°C
Banded archerfish, Pesce arcere

E' la specie più comunemente disponibile di pesce arciere, uno dei gruppi più affascinanti di pesci, ma diventa grande, deve vivere in acqua salmastra e in gruppo.

Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Dimensioni max: 30.0 cm TL
Temperatura: 25 - 30°C
Riferimenti & Link
it.hobby.acquari

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Un mangrovieto indonesiano (NatureAquarium) biggia Sab, 04/28/2012 - 19:49

Descrizione dettagliata dell'ambiente trovato in un mangrovieto indonesiano, habitat di molte specie d'acqua salmastra - tratto da NatureAquarium.it

Biotopi Naturali
Iscriviti a Toxotes chatareus
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette