Salta al contenuto principale

Poecilia velifera

(Regan, 1914)

E' un'altra tra le popolari specie di molly in acquariofilia, e come le altre è stata riprodotta selettivamente per produrne diverse forme e varietà, come albino, nero, rosso, ecc. Come tutti i molly vivono molto più a lungo e in salute se allevati in condizioni salmastre.

Image
Descrizione

Sail-fin molly, Poecilia velifera, da Akumal, Messico - Foto © Rudolf Svensen

Nome comune
Sail-fin molly
Sinonimi
Mollienesia velifera
Aspettativa di vita
5 anni
Dimensioni massime in natura

maschio 15 cm TL, femmina 18 cm TL

Quella di Poecilia velifera è un'altra tra le popolari specie di molly in acquariofilia, e come le altre è stata riprodotta selettivamente per produrne diverse forme e varietà, come albino, nero, rosso, ecc. Alcune di queste forme sono il risultato di incroci con Poecilia latipinna. Ne esiste anche una grottesca varietà 'baloon' in cui il corpo è gonfio e arrotondato per dargli un aspetto simile ad un palloncino. Questa forma può causare noti problemi digestivi e alla vescica natatoria e può provocare la morte prematura dei pesci, quindi siete caldamente invitati a non acquistarla, insieme alle selezioni troppo spinte, ottenute sempre tramite incroci selettivi tra consanguinei, che indeboliscono il patrimonio genetico dei pesci... le forme naturali sono sempre quelle che garantiscono una maggior salute e robustezza dei pesci (lo so, è quasi impossibile trovarle)..

Poecilia velifera può essere distinto dal simile Poecilia latipinna grazie alla presenza di macchie scure rettangolari nella pinna dorsale presenti in quest'ultima, che sono presenti anche in Poecilia velifera, ma sono tonde e di colore chiaro. L'unico metodo affidabile però rimane quello di contarne i raggi della pinna dorsale. Poecilia velifera ne ha 18-19, mentre Poecilia latipinna solo 14.

Questa specie è più difficile da allevare in salute rispetto alle altre del genere, e deve essere rigorosamente mantenuta un'alta qualità dell'acqua, in particolare quando i maschi stanno sviluppando la loro splendida pinna dorsale in tutta la sua estensione.

E' assolutamente essenziale che l'acqua sia almeno leggermente salmastra, dove i pesci vivono molto più a lungo e in salute. Questa specie può anche essere acclimatata in acqua marina senza problemi, mentre allevarla nella normale acqua di rubinetto italiana o peggio in acqua tenera e/o acida significa vederli ammalare e morire in breve tempo .

Non sono quindi decisamente adatti ai comuni acquari di comunità, anche perché oltre all'acqua salmastra, sono pesci che diventano grandi, la femmina può raggiungere i 18 cm di lunghezza, coda compresa, e se pensiamo al corpo tozzo e alla grande pinna dorsale, dovremmo immaginare come possano stressarsi in vasche troppo piccole. Come non finirò mai di ricordare, i pesci nelle vasche dei negozianti sono giovanissimi, 'cuccioli' che devono ancora crescere, pensiamoci quando decidiamo di comprarli!

  • Specie d'acqua salmastra
  • Specie che va allevata in gruppo, con 2-3 femmine per ogni maschio
  • Specie che diventa abbastanza grande: la femmina può raggiungere i 18 cm
  • Specie riprodotta in cattività, talvolta attraverso tanti incroci tra consanguinei da indebolire il loro patrimonio genetico e la loro stessa salute. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o d'allevamento.
Distribuzione

America Centrale: Messico sud-orientale.

VULNERABLE

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
VULNERABLE (vulnerabile)

  • Sail-fin Molly: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Habitat

Ambiente: bentopelagico; non migratori; acqua dolce e acqua salmastra; Clima: tropicale

Temperatura in natura
25 - 28°C
Valore pH in natura
08.00.00
Valori acqua in natura
dH: 13.0 - 19.0
Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 100x40x40h cm per un gruppo di minimo 5-6 esemplari.

Sebbene in natura si trovino in alcuni habitat di acqua dolce, in realtà la maggior parte degli habitat di Poecilia velifera sono costituiti dalle aree salmastre degli estuari e, in effetti, tendono a stare molto meglio e hanno meno problemi di salute se allevati in condizioni leggermente salmastre in cattività.

Sembra da molte esperienze d'allevamento, che non sia tanto il sale ad essere necessario, quanto i minerali "duri" (calcio, magnesio) che sono cruciali per la salute a lungo termine di questa specie. Quindi non basta aggiungere un cucchiaino di sale da cucina ogni tot litri d'acqua dolce, come fanno alcuni, ma bisogna indurire l'acqua o renderla salmastra aggiungendo gli appositi sali o il sale per acquari marini, che non è solo sale ma è addizionato anche del calcio e del magnesio necessari.
Si raccomanda quindi l'allestimento di un acquario salmastro, allestito in modo da replicare un estuario u un torrente dalla lenta corrente, fortemente piantumato con specie robuste (Microsorum, Hygrophila, Bacopa, Vallisneria, ecc.),che si adattino bene in un ambiente leggermente salmastro, in modo che i pesci si sentano sicuri, inoltre forniranno anche nascondigli e rifugi per gli avannotti. La filtrazione dovrebbe essere efficiente, ma con un movimento dell'acqua delicato. La vegetazione abbondante aiuterà anche le femmine a sottrarsi ogni tanto alle attenzioni pressanti dei maschi, creando barriere visive in modo che i pesci possano ritirarsi e riposare se necessario. Possono essere aggiunti legni e radici per fornire ulteriore riparo, consentendo ampi spazi aperti per il nuoto.

Comportamento e compatibilità: in genere i Poecilia velifera sono adatti alla convivenza con altri pesci che hanno bisogno delle stesse condizioni d'acqua dura/salmastra, ma mano a mano che maturano può prendersela con i pesci più piccoli. Gli adulti diventano particolarmente turbolenti e i maschi possono essere aggressivi tra di loro, in particolare quando in periodo riproduttivo. Buoni compagni di vasca possono includere altri Poecilia (non molly perché correrebbero il rischio di ibridarsi) e alcuni pesci arcobaleno.

Alimentazione

E' una specie onnivora, nutrendosi in natura di una varietà di zoobentos, vegetali e detriti. In cattività accetta volentieri la maggior parte dei cibi, siano essi vivi, congelati o essiccati. E' necessario per mantenerli in salute però integrare la loro dieta fornendo sostanze vegetali, come ad esempio spinaci scottati, fette di cetriolo o mangime secco a base vegetale. Pascolano sulle alghe (anche se non hanno un impatto significativo nell'eliminarle), ccasionalmente possono piluccare le foglie più tenere delle piante d'acquario.

Comportamento riproduttivo
Specie ovovivipara, fecondazione interna.
Dimorfismo sessuale

I maschi possiedono un gonopodio e una grande e lunga pinna dorsale a vela.

Riproduzione

La riproduzione dei Poecilia velifera è un po' più difficile rispetto alle altre specie di Poecilia. Si riproduce nel modo comune ai pesci ovovivipari, e come per altre specie i maschi possono essere un po' stressanti nella loro ricerca delle femmine, per cui è sempre consigliabile allevare diverse femmine per ogni maschio per suddividere tra loro le sue attenzioni. Aiuteranno anche aree fittamente piantumate.
La gestazione dura dalle 4 alle 8 settimane, dopo di che le femmine possono partorire fino a 200 avannotti (solitamente però non ne partoriscono che dai 20 ai 60 al massimo). Gli avannotti sono abbastanza grandi e accetteranno naupli d'artemia, microworm o mangime in fiocchi polverizzato già dalla nascita.
I pesci adulti, genitori compresi, predano i piccoli, per cui la vasca dovrebbe essere fittamente piantumata per garantire protezione ai piccoli; il metodo migliore per farne crescere un buon numero è quello di rimuovere la femmina gravida in un acquario separato e permetterle di partorire lì prima di rimetterla nell'acquario principale. L'utilizzo di sale parto o sale nido non è raccomandabile, in quanto le femmine si stressano enormemente e  le loro piccole dimensioni non sono adatte per l'allevamento degli avannotti.
Da notare è che i pesci selvatici (catturati in natura) tendono molto meno a mangiare i loro figli rispetto alle forme domestiche (riprodotte in cattività).

Specie appartenenti al Genere

Sailfin molly

La larga pinna dorsale a forma di vela del maschio è la caratteristica più distintiva di questa specie, della quale ne esistono in commercio molte forme di colore; come per tutti i Molly, l'ideale per loro è l'allevamento in acqua salmastra.

Aspettativa di vita: 5 anni
Dimensioni max: maschi 15.0 cm TL, femmina 10.0 cm TL
Temperatura: 20 - 26°C
Shortfin molly

Come altre specie di molly è stata riprodotta selettivamente per produrne diverse forme e varietà, anche se forse è meno facile da trovare in commercio, e vive molto più a lungo e in salute se allevata in condizioni d'acqua salmastra.

Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Dimensioni max: 11.0 cm SL
Temperatura: 22 - 28°C.
Melanzona Guppy

Piccola specie di poecilide, i cui maschi sono molto colorati e di cui esistono varie forme naturali

Dimensioni max: maschi 3.0 cm TL, femmine 5.0 cm
Temperatura: 24 - 28°C.
Guppy

Conosciamo meglio i Guppy, tra i più diffusi (e prolifici) pesci d'acquario, ma che è necessario conoscere prima di inserirli in vasca, come tutti gli altri pesci

Aspettativa di vita: 5 anni (registrato da AnAge)
Dimensioni max: maschio 5.0 cm SL - femmina 6.0 cm SL
Temperatura: 18 - 28°C.
Liberty Molly

Una specie di molly particolarmente aggressiva, che come gli altri molly vive meglio in condizioni leggermente salmastre

Dimensioni max: maschi 7.6 cm, femmine 10 cm
Black Molly

Tra i più diffusi pesci d'acquario, sono in realtà tra quelli meno conosciuti e più bistrattati: sono pesci d'acqua salmastra, destinati ad ammalarsi se tenuti troppo tempo in acqua dolce, e diventano abbastanza grandi

Aspettativa di vita: 5-6 anni
Dimensioni max: maschio 8 cm, femmina 12 cm TL
Temperatura: 18 - 28°C
Sail-fin molly

E' un'altra tra le popolari specie di molly in acquariofilia, e come le altre è stata riprodotta selettivamente per produrne diverse forme e varietà, come albino, nero, rosso, ecc. Come tutti i molly vivono molto più a lungo e in salute se allevati in condizioni salmastre.

Aspettativa di vita: 5 anni
Dimensioni max: maschio 15 cm TL, femmina 18 cm TL
Temperatura: 25 - 28°C
Guaru

Un molly d'acqua salmastra poco diffuso in commercio

Dimensioni max: 4.0 cm TL (femmina 5.0 cm TL)
Temperatura: 26 - 28°C
Endler

Gli Endler puri non sono molto facili da trovare in negozio, ma sono comunemente disponibili attraverso riproduttori e allevatori dedicati; si raccomanda a chi li alleva di fare in modo di non incrociarli con i guppy, in modo da preservarne per quanto possibile la linea genetica.

Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni max: maschio 2.5 cm, femmina 4.5 cm
Temperatura: 24 - 30°C
Riferimenti & Link

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Le Foto dei Pesci Rossi di Daniela biggia Gio, 03/18/2004 - 00:00

Foto e descrizione dell'acquario per i pesci rossi di Daniela

Foto d'acquario
Poecilia velifera in acquario salmastro © Emiliano Spada biggia Sab, 05/19/2018 - 17:45

Molly Poecilia velifera in acquario salmastro - Foto © Emiliano Spada

Photogallery
Iscriviti a Poecilia velifera
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette