Salta al contenuto principale

Mastacembelus armatus

(Lacepède, 1800)

Conosciamo meglio il 'Tyre track eel', anguilla pneumatico: è una delle specie più comuni disponibili in acquariofilia, nonostante le dimensioni che raggiunge...

Image
Descrizione

Mastacembelus armatus, Tyre-Track Eel: lo stesso pesce da giovane e da adulto

Nome comune
Zig-zag eel
Sinonimi
Mastacembelus manipurensis; Mastacembelus undulatus; Macrognathus undulatus
Aspettativa di vita

15 - 18 anni

Dimensioni massime in natura

90 cm SL - Peso massimo registrato: 500 gr.

No ai pesci giganti in acquario

Non è consigliabile allevare questi pesci nei comuni acquari domestici, a meno che non siate tra i pochi eletti con le strutture disponibili per ospitarli per tutta la vita.
Di solito sono venduti da giovanissimi, ancora piccoli, e con il loro aspetto insolito attraggono molti acquariofili incauti, che non hanno idea delle loro esigenze, della loro aspettativa di vita, delle loro dimensioni da adulti e dello spazio necessario per farli vivere decentemente.
E' deprimente pensare a dove finiscano la maggior parte degli esemplari comprati, visto che è difficilissimo vedere degli adulti in giro o nei negozi.

Circostanze impreviste possono capitare a chiunque, ma un animale che raggiunge la sua lunghezza completa non è una circostanza imprevista (It's not just a fish)

Questa specie, Mastacembelus armatus, conosciuto come 'Tyre-track eel', anguilla pneumatico, 'zig-zag eel' o ancora 'white-spotted spiny eel', anguilla spinosa a pois bianchi, è un membro della famiglia Mastacembelidae, o anguille spinose, "spiny eel", distribuita tra l'Asia e l'Africa tropicale. La famiglia prende il nome di "anguille spinose" per la presenza di spine che corrono lungo il dorso del pesce., che sono innocue per l'uomo. Non sono vere anguille, ma sono chiamate così perché la forma del corpo è decisamente simile a quella di un'anguilla.

I Mastacembelus armatus vengono venduti da govanissimi, a 10-12 cm di lunghezza, ma possono arrivare ai 90 cm di lunghezza, quasi un metro, ma nonostante le dimensioni che raggiungono (o meglio, nella maggior parte dei casi, che dovrebbero raggiungere, visto che in genere gli esemplari allevati male muoiono molto giovani) sono una delle specie più comuni disponibili in acquariofilia, insieme con l'anguilla pavone "peacock eel" (Macrognathus siamensis) e l'anguilla di fuoco "fire eel" (Mastacembelus erythrotaenia).

Queste specie sono tutte provenienti dall'Asia, a volte si trovano in vendita alcuni membri della famiglia originari dell'Africa, che appartenevano per la maggior parte all'ex genere Afromastacembelus, di cui il rappresentante più comune era l'anguilla spinosa del Tanganika "Tanganyikan spiny eel" (Afromastacembelus tanganicae). Attualmente tutti i membri del genere Afromastacembelus sono considerati appartenenti al genere Mastacembelus.

Spesso Mastacembelus armatus viene confuso con una specie molto simile, Mastacembelus favus, diffusa anche questa nel commercio acquariofilo, ma nonostante il loro aspetto molto simile, hanno alcune differenze riconoscibili. Nel complesso la loro colorazione è abbastanza simile, ma il posizionamento del motivo reticolato sul corpo è l'elemento più caratterizzante. Mastacembelus armatus ha una serie di segni scuri irregolari lungo l'intera lunghezza del corpo, ma il motivo reticolato è più marcato sui due terzi superiori del suo corpo, mentre la parte inferiore del ventre per lo più è uniforme. Anche Mastacembelus favus ha i segni scuri lungo l'intera lunghezza del suo corpo, che però si estendono dalla parte superiore del dorso fino al ventre.

La sua pesca a è molto importante economicamente nei paesi d'origine, sia come cibo che come pesce d'acquario.

  • Specie che diventa grande: fino ai 90 cm di lunghezza
  • Specie predatrici piscivore: mangiano piccoli pesci
  • Specie non riprodotte in cattività, gli esemplari in commercio provengono dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o d'allevamento.
Distribuzione

Asia: Pakistan, Vietnam e Indonesia.

LEAST CONCERN

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
LEAST CONCERN (minima preoccupazione)

  • Spiny Eel: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Habitat

Ambiente: Clima tropicale; Acqua dolce e acqua salmastra; potamodromo.

Mastacembelus armatus vive sia nei torrenti degli altipiani sia nei bassopiani paludosi. Solitamente si trova i torrenti e fiumi con fondo sabbioso o ciottoloso. Raramente lascia il fondo se non è disturbato. Si trova anche in acque tranquille, nelle zone salmastre costiere e nelle pozze di zone aride. Talvolta rimane parzialmente insabbiato nel substrato di fondo.
Fishbase riporta che durante la stagione secca abita le zone a fondo roccioso del corso principale del fiume Mekong; durante la stagione delle pigge entra in canali, laghi e nelle zone della foresta pluviale che vengono inondate dal fiume.

Temperatura in natura

22 - 28°C

Valore pH in natura

6.5 - 7.5

Valori acqua in natura
dH range: 5 - 15
Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 300x150x60h cm per un gruppo minimo di 5 esemplari.
L'acquario dei Mastacembelus armatus dovrebbe essere ben piantumato con anche piante galleggianti per schermare la luce. Dovrebbero essere forniti abbondanti nascondigli, poiché ama nascondersi durante il giorno. Legni, radici, grotte formate con le pietre e tubi in PVC sono tutti adatti a questo scopo. È essenziale che la base della vasca sia ricoperta da uno strato di sabbia fine e non tagliente, poiché le anguille spinose spesso amano seppellirsi.
Un'illuminazione più tenue incoraggerà i pesci ad avventurarsi più spesso fuori dai loro nascondigli.

Tenere questi pesci in un acquario spoglio, senza ripari, solo per poterli vedere tutto il tempo, è semplicemente CRUDELE.
Può sembrare ovvio, ma per molti non lo è: i pesci vanno allevati rispettando le loro esigenze, non le nostre, e un pesce che vaga per la vasca in cerca di un nascondiglio è sì visibile, ma è anche enormemente stressato. Voi lo vedrete meglio, ma il pesce morirà presto per lo stress.
Con tanti ripari e nascondigli a disposizione invece i pesci si sentiranno tranquilli e al sicuro, e usciranno allo scoperto molto più spesso, perché sapranno che in caso di necessità potranno ripararsi dove vogliono.

È necessario un coperchio aderente poiché sono artisti della fuga e possono trovare la via d'uscita anche attraverso gli spazi più piccoli.
La corrente dell'acqua dovrebbe essere abbastanza tranquilla, poiché i Mastacembelus armatus in natura abitano principalmente in zone di acqua ferma.

Sembra che questa specie si mantenga in condizioni di salute migliori se allevata in acqua leggermente salmastra.

Comportamento e compatibilità: Mastacembelus armatus è un pesce di comunità generalmente pacifico, anche se è necessario prestare attenzione per garantire che i compagni di vasca siano troppo grandi per essere considerati prede, poiché questa specie mangia pesce vivo in natura. Pesci piccoli verranno prima o poi divorati.

Talvolta si consiglia di allevare un solo Mastacembelus armatus per vasca, in quanto potrebbero essere aggressivi con i conspecifici. In realtà in natura questi pesci vivono in gruppo, ed è stato constatato che, se allevati in gruppi di cinque o più esemplari, l'aggressività intraspecifica cala considerevolmente. Secondo me, se la vasca non è abbastanza grande da consentire l'allevamento a lungo termine di un gruppo, non è abbastanza grande nemmeno per tenercene uno solo: i pesci vanno allevati rispettando le loro esigenze, non le nostre, ci sono centinaia di specie a disposizione, perché sceglierne una che non possiamo permetterci di allevare nel migliore dei modi?

Alimentazione

In natura è un predatore piscivoro, si nutre di notte con larve di insetti bentonici, vermi, piccoli pesci e materiale vegetale sommerso.
In acquario molti esemplari non accettano il mangime secco (ricordo che quelli in vendita provengono dal prelievo in natura), preferiscono alimenti carnosi come gamberetti, crostacei, pesciolini. Possono anche essere nutriti con alimenti vivi e congelati, ma questi ultimi da soli è improbabile che siano sufficienti per sostenere i pesci più grandi. Alcuni esemplari accettano anche sostanze vegetali, ma è abbastanza raro.

Dimorfismo sessuale

Le femmine hanno il corpo più rotondo quando sono in condizioni riproduttive

Riproduzione

Non ci sono report di riproduzioni in acquario dei Mastacembelus armatus, visto che, date le loro dimensioni finali, quelli comprati per i normali acquari domestici non riescono nemmeno a diventare adulti...

Specie appartenenti al Genere

Zig-zag eel

Conosciamo meglio il 'Tyre track eel', anguilla pneumatico: è una delle specie più comuni disponibili in acquariofilia, nonostante le dimensioni che raggiunge...

Aspettativa di vita: 15 - 18 anni
Dimensioni max: 90 cm SL - Peso massimo registrato: 500 gr.
Temperatura: 22 - 28°C
Tanganyikan Spiny Eel

Conosciamo meglio questa 'anguilla' mozzafiato che costituisce una bella alternativa per l'acquario di comunità Tanganica, se allevata con pesci abbastanza grandi da non entrare nella sua bocca...

Aspettativa di vita: 15 - 18 anni
Dimensioni max: 45.0 TL
Fire eel

Conosciuto come 'Fire eel', anguilla di fuoco, è una delle specie più comuni disponibili in acquariofilia, nonostante le dimensioni che può raggiungere... questo la dice lunga su come molti 'acquariofili' scelgano i pesci che comprano.

Aspettativa di vita: 15 - 18 anni
Dimensioni max: 100 cm TL
Temperatura: 24 - 28°C
Riferimenti & Link

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Murene d'acqua dolce vere e false biggia Mar, 01/27/2009 - 11:35

L'etichetta 'murene d'acqua dolce' viene appioppata a molte specie, ma è una tra le più erronee e che ingenera più confusione: i pesci anguilliformi d'acqua dolce non sono murene, e non esistono 'vere' murene che vivano a lungo e in salute in acqua dolce...

Conosciamoli meglio
Iscriviti a Mastacembelus armatus
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette