Salta al contenuto principale

L'allevamento dei Gnathonemus, I Pesci Elefante

Consigli e suggerimenti generali per capire che per rispettare le loro esigenze non è possibile allevarli in acquario, o per lo meno non nei comuni acquari domestici

Reusable image
Image
Descrizione

Branco di pesci elefante, Gnathonemus petersii - Foto tratta da Acuarioadictos.com

In questa pagina, più che consigli per il l'allevamento in acquario dei pesci elefante, visto che, ribadisco, è meglio NON COMPRARLI, perché nonostante il loro aspetto accattivante e insolito non sono affatto adatti all'allevamento in cattività, troverete molti motivi per lasciarli dal negoziante. Se i negozianti si accorgessero che certi pesci non sono più richiesti, non li farebbero arrivare in negozio, con il rischio di non venderli...

Innanzitutto, sono pesci crepuscolari e notturni, odiano la luce, per cui se avete in mente di comprarli per avere dei pesci strani da mostrare agli amici, potete anche scordarvelo: staranno tutto il giorno nascosti dove potranno, e di giorno con le luci accese non li vedrete praticamente mai.

In secondo luogo, i pesci elefante più diffusi in commercio, i Gnathonemus petersii, arrivano ai 35 cm di lunghezza e vanno allevati in gruppi di almeno 5 individui, perché possano assumere i loro comportamenti sociali naturali, quindi va da sè che se non si ha una vasca molto grande, che superi i 200 cm di lunghezza, è impossibile allevarli al meglio, già si capisce che la maggior parte degli acquari domestici rimane tagliata fuori.

E non ne va preso solo uno perché nella vasca 5 o 6 non ci stanno... se l'acquario non va bene per un branco, non va bene nemmeno per uno.

Accurati studi nel loro habitat naturale hanno dimostrato che questi pesci in natura vivono in grandi branchi. La credenza che vadano allevati in singolo esemplare, molto diffusa anche su autorevoli ma vecchie pubblicazioni, è originata dal fatto che se tenuti in acquari troppo piccoli sviluppano una forte aggressività intraspecifica, ma questo succede appunto perché allevati in vasche non adatte, che provocano una modificazione del loro carattere naturale, oltre ad accorciarne notevolmente l'aspettativa di vita, a causa dello stress che questo comporta. Allevateli in vasche adeguatamente grandi, e vedrete qual'è il loro comportamento naturale sociale.

Inoltre il substrato di fondo deve essere costituito da sabbia finissima, perché la loro caratteristica protrusione della testa simile ad una proboscide, a cui devono il loro nome comune, e che in realtà non è un naso, ma un'estensione sensibile della bocca, del labbro inferiore, viene usata come strumento di difesa, per orientarsi, per comunicare con i conspecifici, e per cercare il cibo nella melma del fondo; si nutre principalmente di piccoli crostacei e vermi che trova nel substrato.

I pesci in commercio non provengono da allevamenti, ma sono catturati in natura per il commercio acquariofilo. A parte i conseguenti riflessi etici, ciò comporta che hanno più difficoltà ad abituarsi alla vita in cattività, e che possono avere difficoltà ad accettare il mangime secco, almeno inizialmente. Sono pesci carnivori che raggiungono grandi dimensioni, il loro cibo preferito sono i vermi, e se gli date chironomus vivo o congelato farete la loro felicità, ma possono predare anche piccoli pesci, per cui occhio a che coinquilini mettete loro insieme.

State pensando di comprare dei Gnathonemus?
Pro e contro dell'allevamento

Come già scritto anche nella loro scheda, una delle loro particolarità più curiose, ma che non li rendono adatti all'allevamento in acquario, è di essere come comunemente si dice "pesci elettrici": sopra l'intera testa e sulle regioni dorsale e ventrale del corpo sono distribuiti degli elettrorecettori, assenti sui fianchi e sul peduncolo caudale, in cui è individuato l'organo elettrico. E' stato dimostrato in laboratorio, con campioni raccolti durante la stagione riproduttiva e subito importati per gli studi, che l'EOD in questa specie ha caratteristiche strettamente correlate al sesso degli individui e al dimorfismo sessuale;

una delle molte ragioni per cui non sono adatti all'allevamento in cattività è che in acquario lentamente ma inesorabilmente la lunghezza d'onda del loro campo elettrico/magnetico cambia, rendendo loro impossibile comunicare e impedendo anche la loro riproduzione in acquario, in quanto questa modificazione impedisce loro probabilmente di "riconoscersi" come maschio e femmina.

Gli Gnathonemus in rapporto al peso corporeo hanno il cervello piu' grande nel mondo animale, ed hanno comportamenti unici nel mondo di pesci, ci sono persone, che li allevano in vasche adeguate, che riferiscono che i pesci passano moltissimo tempo "giocando", spostando con il muso legnetti, foglioline o addirittura palline, se vengono buttate in vasca. E' uno sconforto totale pensare che la maggior parte di questi pesci così intelligenti morirà a pochi mesi di vita, quando in natura potrebbero vivere anche per 10 anni, solo perché degli 'acquariofili' vogliono un pesce particolare in vasca...

Come ultima cosa, ricordo che nella loro vasca, non vanno usati i medicinali, in particolare quelli a base di blu di metilene, perché sono fortemente intolleranti a qualsiasi agente chimico.

In fondo alla loro scheda troverete dei video sulle loro caratteristiche e "stranezze".

Riferimenti & Link
it.hobby.acquari

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Specie appartenenti alla Famiglia

Elephantnose fish, Pesce elefante

Questa affascinante specie è quella che più comunemente viene venduta come 'pesce elefante', e purtroppo, come spesso accade, la sua popolarità non significa affatto che sia semplice da allevare, ma anzi ha bisogno di vasche e allestimenti adeguati alle sue esigenze, che non lo rendono affatto adatto ai comuni acquari di comunità.

Aspettativa di vita: 10 anni
Dimensioni max: 35 cm SL
Temperatura: 22 - 28°C.
Mormyrids

A volte si trova nei negozi, offerto a chi sta cercando qualche pesce stravagante, ma arrivando da adulto alla lunghezza di un metro non è decisamente adatto agli acquari domestici!

Aspettativa di vita: 8 anni (dato registrato da AnAge)
Dimensioni max: 100 cm SL

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette