Salta al contenuto principale

Girardinus metallicus

Poey, 1854

Una specie ovovivipara molto interessante anche se non facile da trovare in commercio, che ama acqua dura o salmastra

Image
Descrizione
Image
Descrizione

Girardinus metallicus var. 'Yellow Belly'

Nome comune
Metallic livebearer
Dimensioni massime in natura

maschi 5.0 cm TL femmine 6.0 cm TL

Dimensioni massime in acquario

lunghezza comune: 2-3 cm i maschi, 3-4 cm le femmine

Questa specie è stata introdotta nel commercio acquariofilo all'inizio del XX secolo, ma ne è scomparsa poco dopo. Successivamente è riapparsa a Berlino nel 1965 e da allora è sempre stato disponibile presso gli allevatori specializzati. Nei negozi d'acquari si trova in vendita solo occasionalmente.

Girardinus metallicus è un poecilide ovoviviparo che si trova a Cuba e in Costa Rica. Il suo nome comune è "Metallic Livebearer" infatti sotto la luce giusta questi pesci sembrano dorati o addirittura hanno un aspetto simile al cromo.
Il maschio ha una evidente striscia nera che parte dal mento e si estende quasi fino alla punta del prodigioso gonopodio. Per un piccolo ovoviviparo, è un pesce sorprendente e in acquario attira sempre l'attenzione.La femmina ha un aspetto più smorto. Il suo colore di fondo è marrone chiaro/dorato. A seconda del suo umore, può apparire macchiata.
Ogni tanto appare anche una forma di Girardinus metallicus in cui i maschi non presentano la striscia nera da mento a gonopodio, a volte chiamata 'Gold', e non è chiaro se sia una popolazione diversa in natura o una forma apparsa casualmente e poi fissata tramite riproduzioni selettive.

Distribuzione

America Centrale: Cuba.

Habitat

Ambiente demerso, acqua dolce e acqua salmastra. Clima tropicale.
Abita laghi, stagni e corsi d'acqua. Preferisce acque chiare, stagnati o con corrente molto lenta.

Temperatura in natura

22 - 25°C

Valore pH in natura

6.0 - 8.0

Valori acqua in natura
dH range: 9 - 19
Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 50x30x30h cm per un gruppo di esemplari.
L'ideale per questa specie è un acquario molto piantumato, con alcune piante galleggianti che schermino la luce e molti cespugli fitti che consentano riparo alle femmine dalle pressanti attenzioni dei maschi. Un biotopo che imiti un fiume centroamericano può essere replicato in una vasca di medie dimensioni con substrato di sabbia o ghiaia. L'acqua dovrebbe essere calma o con leggera corrente, chiara e ben ossigenata. Tante piante cespugliose e che arrivino a pelo d'acqua, e rocce, legni e radici che creino posti riparati e ombreggiati dove i pesci possano nascondersi.

Tendono a stare molto meglio e hanno meno problemi di salute se allevati in condizioni leggermente salmastre.
Sembra da molte esperienze d'allevamento, che non sia tanto il sale ad essere necessario, quanto i minerali "duri" (calcio, magnesio) che sono cruciali per la salute a lungo termine di questa specie. Quindi non basta aggiungere un cucchiaino di sale da cucina ogni tot litri d'acqua dolce, come fanno alcuni, ma bisogna indurire l'acqua o renderla salmastra aggiungendo gli appositi sali o il sale per acquari marini, che non è solo sale ma è addizionato anche del calcio e del magnesio necessari.
Sono importanti cambi regolari dell'acqua, in quanto sono intolleranti all'accumulo di inquinanti nell'acqua.

Comportamento e compatibilità: E' una specie pacifica, ma apprezza condizioni salmastre, per cui i compagni di vasca devono essere scelti con cura, tra i pesci che condividono le stesse condizioni d'acqua. Se allevati in acqua dura e alcalina, possono andare bene Corydoras, tetra e piccoli pesci arcobaleno. In un allestimento salmastro possono essere allevati con Brachygobius e altre piccole specie.
In natura vive in branchi con un loro ordine gerarchico, per cui va allevato in gruppo anche in acquario, in rapporto di minimo 3 femmine per ogni maschio (sono molto stressanti).

Alimentazione

E' una specie onnivora; in natura si alimenta con diatomee, alghe, detriti, larve d'insetto e vegetazione acquatica.
In acquario accetta volentieri il mangime secco, ma si mantiene in condizioni migliori se si fornisce una dieta a base vegetale, integrata da regolari aggiunte di cibo vivo e/o congelato.

Comportamento riproduttivo
Specie ovovivipara senza cure parentali
Dimorfismo sessuale

I maschi possiedono un gonopodio e sono di dimensioni più piccole delle femmine. I maschi hanno anche una 'striscia' nera che va dalla bocca lungo la parte inferiore del pesce fino al gonopodio.

Riproduzione

Molto facile, se si evita di allevarli in acqua dolce e acida. Si riproduce nella modalità standard dei pesci ovovivipari.
Come con altre specie, i maschi possono essere un po' stressanti nella loro incessante ricerca delle femmine, quindi si raccomanda di allevare molte femmine per ciascun maschio. Saranno anche d'aiuto aree fittamente piantumate.

La gestazione dura circa 24 giorni e ci si può aspettare una covata tra 15-30 avannotti. I pesci adulti predano i giovani, quindi il metodo migliore per riprodurli con successo è quello di spostare la femmina gravida in un acquario separato e permetterle di partorire lì, prima di riportarla nell'acquario principale. L'uso di sale nido o sale parto non è raccomandabile in quanto le loro piccole dimensioni non sono adatte per far crescere gli avannotti.

Gli avannotti sono piuttosto grandi e accetteranno naupli di Artemia o mangime secco in fiocchi polverizzato fin dalla nascita. Dovrebbero anche essere nutriti con sostanze vegetali come spinaci sbollentati o spirulina. Crescono molto velocemente se alimentati 2-3 volte al giorno.

Riferimenti & Link

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Iscriviti a Girardinus metallicus
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette