Salta al contenuto principale

Characiformes

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nell'ordine

Image
Descrizione

Paracheirodon innesi var. 'Brilliant' - Foto © Hristo Hristov

I Characiformes, chiamati comunemente Caracidi (in inglese Characins) sono tra gli ordini di pesci più antichi; sono originari dell'Era Mesozoica, tra 80 e 150 milioni di anni fa, quando le zolle di Africa e America erano ancora unite. Proprio lo sviluppo parallelo delle varie famiglie di Caracidi in Sud America e in Africa, con la presenza di gruppi simili in entrambi i continenti (come ad esempio Hydrocynus da una parte e Hoplias dall'altra, o Erythrinus e Citharinidae da una parte e Hemiodontidae e Curimatidae dall'altra), viene considerato una prova del fatto che un tempo i due continenti erano uniti.

In passato i caracidi erano stati classificati dentro il Sottordine Characoidei dell'Ordine dei Cypriniformes, mentre attualmente sono stati posti in un Ordine autonomo, quello appunto dei Characiformes. Questi cambiamenti nelle divisioni tra le varie famiglie di pesci rispondono sia alle nuove scoperte sia a cambiamenti nei criteri tassonomici.

Distribuzione geografica:

Con l'eccezione di Astyanax fasciatus mexicanus, che è stato ritrovato anche nel Nord America, precisamente in Texas, l'area di distribuzione delle specie dell'ordine dei Characiformes è ristretta all'America centrale e meridionale, con più di 110 specie, e all'Africa, con più di 175 specie.

- in Africa: Characidae, Alestiidae (a da alcuni considerata sottofamiglia dei Characidae), Citharinidae (con l'inclusione dei Distichodontinae, prima Disthichodontidae), e Hepsetidae.
- In America: Anostomidae, Hemiodontidae (da alcuni chiamati Hemiodidae), Ctenoluciidae, Curimatidae, Erythrinidae, Gasteropelecidae, Lebiasinidae e Characidae.

Dimorfismo sessuale

E' praticamente impossibile individuare il sesso nei caracidi in fase giovanile; nelle specie dove si manifestano differenze sessuali, queste diventano evidenti solo quando gli esemplari hanno raggiunto la maturità sessuale; per le altre neanche questo :-)
Spesso l'unico modo di distinguere le femmine è quando il loro ventre è gonfio di uova.

Comportamento

La grande maggioranza dei caracidi è diurna. La maggior parte ha una tendenza alla predazione, ma molte specie sono troppo piccole per rappresentare un problema in acquario (se non ci sono avannotti piccoli). Anche i famigerati piranha sono tranquilli e mansueti se allevati in branco e ben alimentati; tuttavia è raccomandabile allevarli in acquari dedicati.

I caraciformi sono tipicamente pesci che vivono in banchi, e rallegrano le vasche di comunità nuotando energicamente e instancabilmente nel livello mediano dell'acquario. E' consigliabile quindi per quasi tutte le specie un acquario sviluppato particolarmente in lunghezza, dove possano nuotare a loro piacimento, con un filtro potente che movimenti l'acqua e la arricchisca di ossigeno: queste specie necessitano in genere di molto ossigeno, e soffrono se è carente; molte specie muoiono quando nella stagione secca i fiumi iniziano a prosciugarsi sotto il sole rovente, prima per la carenza d'ossigeno che per la successiva carenza d'acqua. Molti non tollerano neppure lo stress, poiché spesso ne risulta un forte consumo di ossigeno.
Hanno, dato il gran numero di specie. una grande vastità di di biotopi, che vanno dalle rapide (Citharinidae, Hemiodontidae) alle pozze d'acqua stagnante (Lebiasinidae, Erythriniidae).

Alimentazione

La maggioranza dei caraciformi è onnivora, e può essere alimentata in acquario con i mangimi secchi commerciali (anche i piranha possono adattarsi a mangiare i pellets). Tuttavia un'alimentazione siffatta non è sufficiente per portarli alla riproduzione; molte specie per arrivare ad una deposizione con successo hanno bisogno di cibo vivo o congelato.
Alcune specie sono spiccatamente predatrici, come Hoplias malabaricus, e vedono i compagni di vasca solo come dell'appetitoso cibo vivo; queste specie sono facilmente riconoscibili dalla particolare dentatura: i denti del genere Hydrocynus, il "caracide tigre" africano, Hydrolycus, Erythtinidae e dei piranha (prima Serrasalmus, ora Pygocentrus) sono particolarmente prominenti, e se allevati in acquari dedicati (per quanto sempre sconsigliabile) devono essere maneggiati con cautela, a causa della gravità delle ferite provocate dai loro morsi.
Le specie erbivore presentano parimenti delle difficoltà nell'allevamento in acquario, in quanto divorano le piante; alcune di essere però possono essere convertite ad un'alimentazione basata su fiocchi e pellets a base vegetale.

Particolarità

Se non si considerano i Siluriformes, i Characiformes sono i pesci più comuni in Sud America, mentre in Africa sono in stretta competizione con i ciprinidi e sorpassati in quanto biodiversità da molte famiglie di pesci, come ad esempio i ciclidi.

I caracidi hanno i sensi altamente sviluppati e una grande capacità nel ricevere gli stimoli ambientali, infatti ad esempio sono sempre loro i primi pesci ad arrivare nel luogo dove c'è il cibo; perfino Astyanax fasciatus mexicanus, il caracide cieco delle caverne, grazie al suo olfatto sviluppatissimo arriva al cibo al pari delle specie con vista normale. E' sempre grazie al loro olfatto che i caracidi sentono se qualche membro del loro banco è stato ferito, e si danno alla fuga.
I caracidi inoltre reagiscono prontamente a stimoli visivi e acustici; questi ultimi sono captati grazie all'"apparato di Weber", una modificazione delle vertebre cervicali, mediante la quale i segnali acustici vengono trasmessi dalla vescica natatoria agli organi uditivi dell'orecchio interno, in modo che la vescica funga da cassa di risonanza, apparato che è comune anche agli ordini dei Cypriniformes e dei Siluriformes.
Il corpo ha squame cicloidi e in moltissime specie il corpo è color argento, comunissimo è inoltre uno spot nero sul peduncolo caudale, un tipico segnale caratterizzante i pesci che vivono in banco. Tutti i caracidi, escludendo quelli che vivono nelle caverne, hanno occhi grandi; normalmente hanno una pinna adiposa, dalla funzione sconosciuta.

Alcune specie all'interno degli Hemiodontidae e dei Curimatidae perdono facilmente le squame; sono pesce caratteristicamente molto nervose e sensibili, per cui vanno trattate con molta cautela, tuttavia quelle commercializzate sono più tolleranti allo stress che i loro parenti selvatici.

Innumerevoli le specie diffuse in ambito acquariofilo, neon, cardinali, e tantissimi altri sono diffusi in quasi tutti gli acquari, rari gli appassionati che possono dire di non averli mai allevati. Anche i piranhas esercitano un fascino irresistibile per molti.
Sono molto diffusi anche nell'acquacoltura, particolarmente il genere Colossoma: crescono rapidamente, accettano i mangimi secchi, sono robusti, adattabili, sopportano un'alta densità di popolazione,ed hanno una carne superiore. Tuttavia sono specie migratorie, per cui non depongono naturalmente nei bacini d'allevamento, ed è necessario un protocollo di iniezioni con estratti pituitari, o analoghi preparati sintetici, attuabile solo in esemplari già di una certa grandezza.

La Tassonomia

L'Ordine dei Characiformes comprende 18 famiglie, divise in sue sottordini, Characoidei e Citharinoidei, che comprendono circa 270 generi, per quasi 1700 specie diverse.

Le Famiglie comprese nell'Ordine dei Caraciformi

In accordo con i nuovi criteri, le famiglie appartenenti ai caraciformi sono:

  1. Acestrorhynchidae
  2. Alestidae
  3. Anostomidae
  4. Characidae
  5. Chilodontidae
  6. Citharinidae
  7. Ctenoluciidae
  8. Curimatidae
  9. Cynodontidae
  10. Erythrinidae
  11. Gasteropelecidae
  12. Hemiodontidae
  13. Hepsetidae
  14. Iguanodectidae
  15. Lebiasinidae
  16. Parodontidae
  17. Prochilodontidae
  18. † Salminopsidae

Qui le famiglie di cui c'è qualcosa in questo sito:

Famiglie comprese nell'Ordine

Thumbnail

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia degli Alestidi: distribuiti in Africa, sono i più bei caracidi africani, dal comportamento talvolta predatorio e dalla dieta carnivora.

Thumbnail

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Thumbnail

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei caracidi: distribuiti in Centro e Sud America e in Africa, sono pesci dal comportamento per lo più pacifico, che amano vivere in banchi  e dalla dieta onnivora o carnivora.

Specie non identificata di 'lutefish', famiglia Citharinidae - Foto © Aapo Haapanen (Wikimedia)

Informazioni e notizie sula tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

oulengerella maculata, un pesce predatore piscivoro che può superare i 30 cm di lunghezza - Foto © Gerhard Ott (Fishbase)

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Esemplare adulto di Distichodus sexfasciatus di più di 50 cm di lunghezza al Museo di Storia Naturale e del Territorio, Calci (Pisa). Come si vede la bella colorazione dei giovani è quasi persa del tutto - Foto © Hectonichus (Wikimedia)

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Il pesce accetta Gasteropelecus maculatus - Foto © Robert Beke (Beke.co.nz)

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei pesci accetta

Hemiodus gracilis in acquario

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Copella arnoldi - Foto © Aqualog.de

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei Lebiasinidi, alcuni sono tra i caracidi più belli in commercio.

Semaprochilodus taeniurus in acquario, è una specie che può arrivare ai 30 cm di lunghezza

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Thumbnail

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Riferimenti & Link

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Pro e contro dell'allevamento dei Tetra, i piccoli caracidi
Le Tre Specie di Rummy-Nose Tetra o Tetra Testa Rossa (R. Carey)
Semaprochilodus taeniurus © Vassil
Boulengerella maculata © Hristo Hristov
Boulengerella maculata © Enrico Richter
Pygocentrus nattereri: il Biotopo d'Origine dei Piranha
Nannostomus mortenthaleri - il pesce matita rosso corallo (G. Ramsay)
Nannostomus eques © Fajoe
Il Biotopo d'Origine dei cardinali, i Paracheirodon axelrodi
Il Biotopo d'Origine dei Paracheirodon simulans
Il Biotopo d'Origine dei neon, i Paracheirodon innesi
Paracheirodon: la riproduzione di Neon e Cardinali
Il Biotopo D'Origine dei Phenacogrammus
L'allevamento dei Phenacogrammus
La Riproduzione dei Phenacogrammus
Guida sulla Famiglia Anostomidae: molto più che Leporinus - Video © Below Water
Tucanoichthys tucano - Foto © Chris Lukhaup
Carnegiella strigata © Hristo Hristov
Carnegiella strigata © Chantal Wagner
Hyphessobrycon sweglesi © Frank Schafer
Hyphessobrycon elachys & megalopterus - Video © Kaveh Maguire
Inpaichthys kerri © Hristo Hristov
Knodus borki (Boehlkea fredcochui) © Hristo Hristov
Phenacogrammus interruptus © Hristo Hristov
Metynnis hypsauchen © Kandy Vela
Pyrrhulina spilota © Frank Schafer
Copella © Frank Schafer
Copella arnoldi © Frank Schafer
Tucanoichthys tucano © Frank Schafer
Prionobrama filigera © Frank Schafer
Moenkhausia cosmops © Frank Schafer
Moenkhausia agnesae © Frank Schafer
Hyphessobrycon pulchripinnis © Frank Schafer
Hyphessobrycon megalopterus © Hristo Hristov
Hyphessobrycon eques © Peter Maguire
Hyphessobrycon peruvianus © Hristo Hristov
Hyphessobrycon eques © Hristo Hristov
Hemigrammus rubrostriatus © Frank Schafer
Hemigrammus filamentosus © Frank Schafer
Hemigrammus coeruleus © Schafer & Hoffmann
Hemigrammus bleheri © Peter Maguire
Gymnocorymbus ternetzi © Hristo Hristov
Petitella georgiae © Bjarne Saetrang
Leporinus arcus © Frank Schafer
Anostomus ternetzi e Pseudanos winterbottomi © Frank Schafer
Arnoldichthys spilopterus © CK Yeo
Phenacogrammus interruptus © Bjarne Saetrang
Phenacogrammus aurantiacus © Frank Schafer
Phenacogrammus: Tutto Quello Che...
Metynnis fasciatus © Frank Schafer
Myloplus schomburgkii © Frank Schafer
Myloplus lobatus © Frank Schafer
Myloplus schomburgkii 'Red salmon' © Frank Schafer
Myloplus schomburgkii 'Lamax III' © Frank Schafer
Myloplus schomburgkii e Myloplus sp. 'Lamax III' © joe00
Pro e Contro dell'allevamento dei Piranha
Nematobrycon palmeri: Tutto Quello Che...
Nannostomus beckfordi © Peter Maguire
Nannostomus mortenthaleri © Charles Konig
Nematobrycon palmeri © Hristo Hristov
Iscriviti a Characiformes
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette