Salta al contenuto principale

Pesci Palla Nani, Carinotetraodon travancoricus (Kaiwa)

Elenco di tutto quanto ha imparato un allevatore di Carinotetraodon su come allestire una vasca a loro dedicata, come allevarli, e quali eventuali compagni affiancare loro (anche se è sempre meglio lasciarli da soli).

Traduzione dell'articolo:
"Dwarf Puffers, Carinotetraodon travancoricus"
di Kaiwa
sul sito di Aquarticles (non più online)

Non pretendo di avere molte conoscenze riguardo i pesci palla nani, ma elencherò tutto quello che so e che ho imparato da quando allevo questi pesci.

Il pesce palla nano, Carinotetraodon travancoricus, proviene da Malabar, in India. In natura si trova in acque che vanno da leggermente acida a leggermente alcalina. E' un pesce privo di squame, quindi bisogna prestare molta attenzione quando si devono usare dei medicinali in vasca. E' consigliabile tenere di scorta un po' di sale per acquario, da usare come medicina per trattare il pesce nel caso sia necessario. E' inoltre meglio allevare i palla nani in un rapporto di 1 maschio - 2 femmine, poiché l'aggressività fra i maschi può condurre a combattimento ed alla morte.

Parametri Dell'Acqua

Carinotetraodon travancoricus è un pesce palla d'acqua dolce, e non richiede un pH alto come i suoi cugini salmastri. Mantengo la mia acqua con un pH di almeno 7.0 e cambio il 30% d'acqua settimanalmente. La temperatura dovrebbe essere compresa tra 24 - 27°C in quanto è un pesce tropicale. Io allevo i miei a 27°C (80°F) per evitare o prevenire l'Ichthyo nel mio acquario.

I pesci palla nani stanno bene in una vasta gamma di condizioni d'acqua e termiche, ma è meglio mantenere l'acqua leggermente alcalina e tiepida, per prevenire l'Ichthyo.

Carinotetraodon travancoricus (pesce palla nano) foto di Kaiwa
Carinotetraodon travancoricus (pesce palla nano) foto di Kaiwa

Dimensione della vasca

La scelta delle dimensioni della vasca spetta all'allevatore dei pesci, ma per godere realmente delle loro dimensioni è meglio allevarli in 50 litri, dove potrete osservarli facilmente (e non perderli di vista in una vasca più grande!). I Carinotetraodon travancoricus crescono fino ad una lunghezza di 2,5 cm, ma non li sottovalutate! Possono facilmente ridurre a brandelli le pinne di pesci più grandi di loro, per cui una vasca di specie, dedicata a loro, è generalmente la cosa migliore, anche se potete provare ad allevarli  con gli Otocinclus ed altri pesci non troppo appariscenti.

Habitat

Un acquario fortemente piantumato è essenziale per i vostri pesci palla nani. Poiché sono pesci molto intelligenti, devono potere esplorare i propri dintorni e nascondersi dietro le piante in caso di aggressione da parte di altri nani. Piantumando l'acquario con Hygrophila polysperma, felce di Giava e muschio di Giava aiuterete i pesci palla a sentirsi sicuri e tranquilli nella loro nuova dimora. Ho notato che quando i palla vanno dormire gradiscono riposarsi sul muschio e sulle grandi foglie di Hygrophila polysperma, quindi le piante contribuiscono a fornire sicurezza e uno spazio per la sosta.

Compagni di vasca

Ho allevato i miei palla nani con qualche Otocinclus e un Gastromyzon sp. (Chinese hillstream loach) (*). I palla nani non sono combattivi quanto gli altri appartenenti della loro famiglia ed hanno ignorato gli Otocinclus ed i Gastromyzon. Sembrano essere interessati ad osservare in giro per la vasca e ad aspettarvi quando è l'ora del pasto. Non allevateli con neon o pesci attivi a pinne lunghe, perché i palla li troveranno fastidiosi e li attaccheranno. Possono all’improvviso ridurre a brandelli le pinne di un Danio rerio, e causare gravi danni ai loro compagni di vasca con i loro denti.

(*) In realtà non è consigliato allevare i Gastromyzon sp. con i pesci palla nani, perché i palla hanno bisogno di temperature più alte per evitare di ammalarsi, mentre i Gastromyzon preferiscono vasche d'acqua fredda e ben aerata, con una grande corrente. Tuttavia, non ho visto casi di aggressività tra le due specie tali da dire che sono incompatibili da allevare insieme.

Carinotetraodon travancoricus (pesce palla nano) foto di Kaiwa
Carinotetraodon travancoricus (pesce palla nano) foto di Kaiwa

Alimentazione

I Carinotetraodon travancoricus amano mangiare i chironomus. Io li alimento con una dieta costante di chironomus, ed anche di lumache che infestano l'altro mio acquario. Le lumache normalmente costituiscono un rifornimento costante quando si ha una vasca infestata, ed io stesso mi ritrovo spesso a catturarle da una vasca per buttarle nella vasca dei pesci palla. I gusci delle lumache contribuiscono a limare i denti dei palla. Se non avete cura di fornire loro una dieta costantemente basata sulle lumache, potrebbero diventare incapaci di mangiare, a causa dei loro denti che diventano troppo grandi.

Sono molto eccitati quando vengono alimentati, e danno l'impressione di elemosinare il cibo. E' saggio misurare la quantità di cibo che date giornalmente, per evitare la sovra-alimentazione o al contrario l’inedia. Mangiano piuttosto disordinatamente, così utilizzo un contagocce per spruzzare piccole quantità di chironomus nelle loro bocche. A volte si attaccano al contagocce e “succhiano” fuori i chironomus come da una cannuccia!

Dimorfismo sessuale

Il dimorfismo sessuale dei Carinotetraodon travancoricus è relativamente facile da individuare, poiché il maschio mostra una striscia orizzontale nera sulla pancia ogni volta che mostra aggressività verso altri maschi, o quando mostra comportamenti di corteggiamento per le femmine. Un altro segno è il disegno degli spot. I maschi solitamente non hanno altrettanti spot e sovrapposizione nelle variazione di colore come le femmine. I maschi inoltre hanno delle pieghe e grinze dietro gli occhi, mentre le femmine no.

Questi metodi per individuare il dimorfismo sessuale possono essere usati con pesci palla adulti. E' difficile notare questi segni su esemplari giovani, tranne forse nel caso della tecnica degli spot.

Informazioni Varie – Riassunto

  1. I Carinotetraodon travancoricus vivono meglio in un acquario fortemente piantumato
  2. E' meglio allevare un pesce palla nano ogni 10 – 15 litri di acqua.
  3. Cercate di allevare più femmine di maschi in un acquario.
  4. Buoni compagni di vasca possono essere gli Otocinclus ed altri mangiatori di alghe poco attivi.
  5. Alimentateli soltanto con cibo vivo; accettano raramente il mangime in fiocchi o altri mangimi secchi.
  6. Non sovra-alimentate questi pesci, perché possono diventare stitici.

I Carinotetraodon travancoricus possono gonfiarsi quando sono minacciati o stanno per essere mangiati, anche se alcune voci dicono il contrario. La riproduzione dei pesci palla nani in acquario è possibile, e se il loro allevatore sta tentando di portarli alla riproduzione, è meglio allevarne una coppia in un acquario fortemente piantumato con muschio di Giava. Informazioni sulla riproduzione possono essere trovate su Ren’s Dwarf Puffer site. Il suo sito è utile per ulteriori osservazioni su questi piccoli e curiosi pesci palla.
Ulteriore materiale di riferimento si può trovare su: www.dwarfpuffers.com

© Kaiwa - Aquarticles


Stai pensando di comprarli?
Vai alla pagina con i pro e contro dell'allevamento dei Carinotetraodon, i pesci palla nani d'acqua dolce

Riferimenti & Link
it.hobby.acquari

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Specie appartenenti al Genere

Bornean red eye puffer

Questa specie è relativamente rara nel commercio acquariofilo, ma è disponibile occasionalmente, a volte mescolato tra spedizioni del congenere Carinotetraodon salivator. Le sue esigenze d'allevamento sono simili a quelle degli altri congeneri.

Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni max: 4.4 cm SL
Temperatura: 23 - 26°C
Imitating dwarf puffer

Viene importato dall'India insieme a Carinotetraodon travancoricus, con il quale spesso viene confuso. L'allevamento in acquario è abbastanza semplice, l'aggressività intraspecifica è relativamente bassa.

Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni max: 2,2 cm
Red-tailed Red-eye puffer

Questa specie non è molto comune nel commercio acquariofilo, presumibilmente perché nei suoi fiumi nativi non viene praticata la pesca ai fini del commercio per gli acquari.

Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni max: 4.5 cm SL
Temperatura: 23 - 26°C
Redeye puffer

Nonostante siano abbastanza popolari nel commercio acquariofilo, sono probabilmente la specie più aggressiva e territoriale tra i Carinotetraodon, e possono cambiare colore a seconda dell'ambiente e dello stato d'animo.

Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni max: 6.0 cm SL
Temperatura: 24 - 28°C
Striped Redeye Puffer

Questo pesce palla nano d'acqua dolce è molto difficile da trovare in commercio, in genere viene confuso con Carinotetraodon irrubesco e Carinotetraodon lorteti con i quali è strettamente correlato.

Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni max: 4.0 cm SL
Temperatura: 23 - 26°C
Malabar puffer, Pesce palla nano

E' probabilmente la più piccola specie di pesce palla, ed è sicuramente uno dei pesci più piccoli in commercio, anche se è fin troppo spesso venduto senza le informazioni corrette necessarie per la sua salute e cura a lungo termine.

Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni max: 3.5 cm TL; è tuttavia difficile che superino i 2,5 cm di lunghezza
Temperatura: 22 - 28°C

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette