Salta al contenuto principale

Barbodes everetti

(Boulenger, 1894)

Una delle ex specie comprese nel genere Puntius

Image
Descrizione

Barbodes everetti (ex Puntius everetti) - Foto © wil.straatman.com

Nome comune
Clown barb
Dimensioni massime in natura

15 cm TL

In passato Barbodes everetti era ascritta al genere Puntius, e spesso è ancora chiamata Puntius everetti. In passato è anche stato spesso identificato erroneamente come il congenere Barbodes dunckeri, come risultato nella maggior parte della letteratura acquariofila appaiono foto di Puntius dunckeri.etichettati come Barbodes everetti.

In realtà le due specie sono abbastanza facili da distinguere, in quanto Barbodes everetti è un pesce complessivamente meno colorato che presenta macchie scure sul corpo relativamente piccole, una macchia scura distintiva sulla base posteriore della pinna dorsale e 3½ squame sopra la linea laterale.
In Barbodes dunckeri le macchie scure sul corpo sono significativamente più grandi, non vi è alcuna macchia nella base posteriore della pinna dorsale e ci sono 4½ squame sopra la linea laterale.

Questa specie era precedentemente inclusa nel genere Puntius, che per diversi anni è stato visto come un raggruppamento polifiletico contente oltre 100 specie di ciprinidi di piccole e medie dimensioni, fino a che Pethiyagoda et al. (2012) ha pubblicato una revisione parziale riguardante i membri dell'Asia meridionale.
La maggior parte delle specie di Puntius sub-himalayane è stata riclassificata e sono stati eretti i nuovi generi Dawkinsia, Dravidia (successivamente corretto in Haludaria) e Pethia per raccoglierle, con il resto lasciato in Puntius o trasferito nell'altro assemblaggio esistente Systomus, sebbene la definizione di quest'ultimo fosse stato alterata in modo da non poterne esserne considerati membri alcune specie del sud-est asiatico precedentemente collocate al suo interno.

Successivamente, Kottelat (2013) ha pubblicato un aggiornamento nomenclaturale completo per i pesci del Sud-est asiatico, in cui un certo numero di Puntius, tra cui Puntius dunkeri, sono stati trasferiti nel genere Barbodes. I membri di quest'ultimo genere possono essere distinti dai generi correlati dai seguenti caratteri: i pesci giovani ancora piccoli hanno 3-5 spot lungo la linea medio-laterale, di cui uno a metà della base della pinna caudale e uno a livello della pinna dorsale; mano a mano che crescono, le macchie sulla linea medio-laterale possono diventare più numerose e possono fondersi per formare una striscia o una banda larga, anche il punto di origine della pinna dorsale può diventare una grande macchia o una barra larga.
Inoltre, i seguenti caratteri sono utili per l'identificazione delle specie di Barbodes: l'ultimo raggio semplice della pinna dorsale è seghettato posteriormente; sono presenti barbigli rostrali (eccetto in Barbodes aurotaeniatus); presenti barbigli mascellari; labbra lisce e sottili, scanalatura postlabiale interrotta medialmente; linea laterale completa o no, con 22-32 squame sulla linea laterale.

Distribuzione

Asia: Borneo e Sumatra.

La località tipo di Barbodes everetti è "Poeh, stato del Sarawak, Borneo, Malesia orientale" e potrebbe essere endemico del Sarawak più parti della provincia di Kalimantan Barat (Kalimantan occidentale), Borneo indonesiano. Si dice che si trovi a Sumatra, ma non siamo stati in grado di ottenere alcun record definitivo ed è stato raccolto nell'arcipelago di Natuna Besar, provincia delle Isole Riau, Indonesia, anche se non dalla fine degli anni '80.

LEAST CONCERN

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
LEAST CONCERN (minima preoccupazione)

  • Barbodes everetti: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Habitat

Ambinete: bentopelagico, acqua dolce. Clima tropicale.

Nel Kalimantan Barbodes everetti si trova nei corsi d'acqua della foresta, in acque limpide di flusso variabile, sebbene in ambienti in rapido movimento tenda a mostrare una preferenza per le zone marginali più tranquille. È anche comune negli habitat poco profondi, in acque profonde meno di 15 cm, come le pozze forestali. Le specie simpatriche includono Rasbora sarawakensis, Barbodes banksi e Barbodes kuchingensis.

Temperatura in natura

24 - 30°C

Valore pH in natura

6.0 - 6.5

Valori acqua in natura
dH range: 2 - 10
Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 120x50x50h cm è il minimo da considerare per l'allevamento a lungo termine di un gruppo di 6 o più esemplari
Barbodes everetti non è difficile da allevare in un ambiente ben curato, anche se si consiglia di allestire la vasca stile fiume-acquario, per assomigliare a un ruscello o fiume che scorre con un substrato di rocce di dimensioni variabili, sabbia, ghiaia fine e alcuni piccoli massi. Questo allestimento può essere ulteriormente fornito con radici o rami di legno (se non si riesce a trovare legni della forma desiderata, si possono usare tranquillamente pezzi di rami di faggio o di quercia, completamente essiccati e privati della corteccia), e mentre la maggior parte delle piante acquatiche non riuscirà a prosperare in tali tipi di ambienti, possono essere coltivate attaccate agli arredi specie resistenti come Microsorum, Bolbitis o Anubias.

Poiché si trova naturalmente in habitat relativamente incontaminati, è intollerante all'accumulo di inquinanti organici e richiede acqua pulitissima per prosperare.
Sebbene non siano necessarie condizioni simili a un torrente, è meglio se c'è un'alta percentuale di ossigeno disciolto e un movimento moderato dell'acqua.
Cambi d'acqua settimanali del 30-50% del volume dell'acquario dovrebbero essere considerati di routine.

Comportamento e compatibilità: Barbodes everetti è un'aggiunta ideale per un acquario di comunità pacifica di pesci fluviali, inclusi altri ciprinidi pacifici di dimensioni simili più Botiidae, Nemacheilidae o robusti Balitoridae, per esempio. Se la geografia non è un problema, può essere combinato con pesci pacifici di dimensioni troppo grandi per essere considerati cibo e che abbiano una disposizione abbastanza audace da non essere intimiditi dalle sue dimensioni e dalla sua natura attiva. Come sempre, una ricerca approfondita è il modo migliore per evitare problemi quando si selezionano comunità ittiche compatibili.

Barbodes everetti è una specie da branco per natura, quindi idealmente dovrebbero essere acquistati 6 o più esemplari. Allevarli in numeri decenti non solo renderà i pesci meno ombrosi, ma si tradurrà in una visualizzazione più efficace e dall'aspetto naturale. Inoltre, qualsiasi comportamento aggressivo sarà normalmente contenuto poiché i pesci si concentrano sul mantenimento della loro posizione gerarchica all'interno del gruppo.

Alimentazione

E' una specie onnivora, in grado di nutrirsi di una varietà di vermi, insetti, crostacei, materiale vegetale e altri detriti organici in natura.
In acquario si alimenta facilmente, ma per mantenerli in condizioni e colori ottimali è necessaria una dieta equilibrata comprendente pasti regolari di piccoli cibi vivi e congelati come Chironomus, Daphnia e Artemia insieme a mangime secco in fiocchi e granuli di buona qualità.

Comportamento riproduttivo
Specie ovipara, che disperde le uova in acqua senza cure parentali
Dimorfismo sessuale

I maschi adulti sviluppano una livrea di colore più intenso rispetto alle femmine e mostrano tubercoli evidenti sulla testa quando sono in condizioni riproduttive.
Le femmine adulte tendono a diventare un po' più grandi, sono più corpose e meno colorate.

Riproduzione

Sembra che in acquario la riproduzione di Barbodes everetti (ex Puntius everettii) non sia stata ancora registrata, ma le raccomandazioni dovrebbero essere le stesse che per le specie strettamente imparentate.
Come la maggior parte dei piccoli ciprinidi, è un riproduttore che disperde le uova in acqua, e che non mostra cure parentali.

Quando sono in buone condizioni, si riprodurranno spesso e in un acquario maturo è possibile che possa iniziare a comparire un piccolo numero di avannotti senza alcun intervento. Se però si desidera massimizzare la resa, è necessario un approccio più controllato. Il gruppo di adulti può ancora essere condizionato insieme, ma è necessario allestire e riempire con acqua matura anche un acquario con una base di 80x30 cm. Dovrebbe essere molto poco illuminato e la base interamente coperta con cespugli di piante a foglie sottili come Taxiphyllum spp. o con mop da deposizione; in alternativa si può coprire la base con una sorta di rete con le maglie abbastanza grandi da far passare le uova ma abbastanza piccole da non farle raggiungere dagli adulti. Qualcuno usa una stuoia di plastica tipo 'erba', che funziona bene, così come uno strato di biglie di vetro.
L'acqua dovrebbe avere un pH da leggermente acido a neutro con una temperatura intorno ai 28°C, e dovrebbero essere inclusi anche un filtro a spugna ad aria o una pietra porosa per fornire ossigenazione e movimento dell'acqua.

Quando gli adulti sono ben condizionati e le femmine appaiono gravide, si possono introdurre in questo acquario una o due coppie, e la deposizione delle uova dovrebbe avvenire la mattina seguente.
Un'alternativa è quella di far deporre le uova in gruppo, con una mezza dozzina di esemplari di ogni sesso, sebbene possa essere necessario un acquario più grande.

In entrambe le situazioni gli adulti probabilmente mangeranno le uova se ne avranno la possibilità, per cui dovrebbero essere rimossi non appena si nota che hanno deposto.
Le uova dovrebbero schiudersi in 24-48 ore e gli avannotti dovrebbero raggiungere il nuoto libero circa 24 ore dopo. Per i primi giorni dovrebbero essere nutriti con alimenti molto piccoli, tipo infusori, fino a quando non sono abbastanza grandi da accettare microworm, naupli di artemia o simili.

Specie appartenenti al Genere

Clown Barb
Dimensioni max: 12 cm
Clown barb

Una delle ex specie comprese nel genere Puntius

Dimensioni max: 15 cm TL
Temperatura: 24 - 30°C
Chinese barb

La forma dorata di questa specie è tra i più popolari pesci d'acquario d'acqua dolce, ed è così onnipresente che molti appassionati non sono neanche consapevoli del fatto che non è la forma naturale, che in commercio è praticamente inesistente.

Aspettativa di vita: 5 - 7 anni
Dimensioni max: 7 cm TL
Temperatura: 18 - 24°C
Riferimenti & Link

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Quegli spavaldi e bellissimi Barbus (T.Ranson) biggia Mar, 02/04/2014 - 20:56

Carrellata delle varie specie di barbus più diffuse in acquariofilia, con accennate le loro migliori caratteristiche, e l'avviso di non farsi sviare dall'aspetto scialbo che mostrano in negozio... - traduzione in italiano di un articolo di Terry Ranson

allevamento
Iscriviti a Barbodes everetti
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette