Salta al contenuto principale

Aphyocharax anisitsi

Eigenmann & Kennedy, 1903

Non è facile da trovare nei negozi, ma è una bella specie di branco robusta, longeva e adatta ai principianti

Image
Descrizione

Gruppo di Aphyocharax anisitsi, Bloodfin tetra

Image
Descrizione

Aphyocharax anisitsi, Bloodfin tetra

Nome comune
Bloodfin tetra
Aspettativa di vita

10 - 12 anni

Dimensioni massime in natura

5.5 cm TL

Un buon tetra anche per gli acquariofili principianti, è una specie robusta che si adatta a una gamma relativamente ampia di condizioni. In una casa riscaldata d'inverno può anche essere allevato in un acquario non riscaldato, anche se non sarà colorato come quando allevato in acqua più calda.
Sono anche abbastanza longevi, non è raro di sentire di esemplari allevati per oltre 10 anni in cattività.

Reusable image
Image
Descrizione

Aphyocharax anisitsi, Bloodfin tetra

Distribuzione

Sud America: bacino del fiume Paraná.
Descritto da Asunción, Paraguay ed endemico del drenaggio del fiume Paraná in Brasile, Paraguay e Argentina.

Habitat

Ambiente: bentopelagico, acqua dolce. Clima subtropicale.
Abita ruscelli, fiumi e affluenti, in particolare le aree ombreggiate da vegetazione galleggiante o sporgente dalle rive.

Habitat
Temperatura in natura

18 - 28°C

Valore pH in natura

6.0 - 8.0

Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 60x30x40h cm per un piccolo gruppo di 6-8 esemplari.
Sembra più a suo agio in un acquario ben piantumato, con aree di fitta vegetazione e alcune aree aperte per il nuoto. Altri arredi possono essere costituiti da legni e radici intrecciate. Apprezzano anche la vegetazione galleggiante, in quanto tendono a nuotare nei tratti superiori della vasca, che deve essere ben coperta, in quanto occasionalmente tendono a saltare.

Comportamento e compatibilità: Abbastanza tranquillo, ma potrebbe mordere le pinne di compagni di vasca con pinne lunghe o lenti. Provate ad allevarlo in branco con altri caracidi, insieme a Corydoras o piccoli Loricaridi. Va sempre allevato in gruppi di almeno 6 esemplari, in quanto è un pesce di branco per natura.

Alimentazione

E' molto adattabile e mangia senza problemi il mangime secco, anche se è bene integrare la sua dieta con cibo vivo e/o congelato

Comportamento riproduttivo
Specie che disperde le uova in acqua, senza cure parentali
Dimorfismo sessuale

I maschi tendono ad essere più magri delle femmine e sviluppano piccoli ganci su alcuni dei raggi delle pinne pelviche e anali man mano che maturano.

Riproduzione

Come tutti i piccoli caracidi, questa specie depone le uova spargendole in acqua, senza alcuna cura parentale.
In un acquario ben maturo e ben piantumato è possibile scorgere degli avannotti anche senza alcun intervento, ma ovviamente se si vuole aumentare il numero di avannotti sopravvissuti è necessario un approccio più controllato.

Preparate un piccolo acquario separato per la deposizione, con ciuffi di piante a foglia sottile come muschio di Giava come mezzo di deposizione delle uova. I parametri dell'acqua non sono veramente critici, ma dovrebbe essere evitata l'acqua molto alcalina. Un piccolo filtro in spugna ad aria completa l'installazione e fornirà un'adeguata aerazione. I pesci dovrebbero essere condizionati in gruppo, in una vasca separata, con una dieta di alta qualità di cibi congelati e vivi. Quando le femmine sono visibilmente piene di uova e i maschi mostrano i loro colori migliori, selezionate la femmina più grassa e il maschio più colorato e trasferiteli nella vasca di deposizione. Una volta che sono in situ, continuate a nutrirli con molti cibi vivi e congelati finché non notate le uova. Se i pesci sono in condizione riproduttiva, probabilmente sarà la mattina seguente.

Le uova vengono solitamente deposte tra le piante, ma non sono adesive e molte cadranno sul fondo della vasca o addirittura galleggeranno. Gli adulti dovrebbero essere rimossi dopo la deposizione delle uova poiché le mangeranno, se ne viene data loro l'opportunità. Le uova si schiudono in 24 ore circa, e dopo che i minuscoli avannotti hanno esaurito il sacco vitellino, dovrebbe essere loro offerto cibo tipo infusori per i primi giorni, seguito da microworm e/o naupli di artemia. E' una specie piuttosto feconda considerando le sue dimensioni e potreste ritrovarvi con diverse centinaia di avannotti da far crescere.

Riferimenti & Link

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Iscriviti a Aphyocharax anisitsi
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette