Salta al contenuto principale

7 pesci ovovivipari dimenticati (N.Monks)

Un elenco di pesci ovovivipari molto interessanti da allevare in acquario, e che nonostante la loro particolarità e bellezza sono stati dimenticati, soppiantati da sole quattro specie onnipresenti nei negozi.

Traduzione dell'articolo:
"7 Forgotten Livebearers" di Neale Monks
sul sito TropicalFish Magazine

Reusable image
Image
Descrizione

Non c'è molto di cui essere contenti di come si sta evolvendo l'economia attuale, ma qualcosa che potrebbe aiutare è imparare a apprezzare le cose più semplici della vita. Per quanto divertenti possano essere gli acquari corallini e gli acquari ad alta tecnologia, sono costosi da costruire e mantenere. Ma un acquario da 45 a 90 litri rifornito di pesci ovovivipari e poche piante galleggianti? Facile come bere un bicchier d'acqua!
Inoltre,gli ovovivipari felici sono ovovivipari molto impegnati, il che significa che presto avrete un surplus di pesci che potrete vendere al vostro negozio di animali o alle aste nei club acquariofili. Cosa può esserci di meglio di un acquario interessante che può aiutare a ripagarsi?

Forse vi starete chiedendo cosa sono gli ovovivipari dimenticati. Se guardate i libri di acquari della prima metà del secolo scorso, troverete spesso dozzine di specie di pesci ovovivipari che non vengono quasi mai incluse nei libri moderni. Ho una copia della nona edizione di Exotic Aquarium Fishes di William Innes (Innes Publishing Company, 1948) qui accanto a me, e la sezione livebearer è una rivelazione, con elencate 26 diverse specie di ovovivivpari! Confrontatelo con un qualsiasi libro di acquari moderno, probabilmente elencherà solo guppy, molly, platy e portaspada.

Se gli acquariofili di 60 anni fa hanno allevato molti diversi ovovivipari, perché oggi alleviamo solo quattro grandi specie?
Il semplice fatto è che i quattro ovovivipari più comuni sono quelli che sono stati allevati e riprodotti nella varietà di colori che molti acquariofili sembrano preferire. Ma ciò è stato possibile a un costo, e gli ovovivipari fancy, o fantasia, sono dimostrabilmente meno robusti dei loro antenati selvatici. Inoltre, dal momento che gli ovovivipari di tipo selvatico sono spariti dal commercio, gli acquariofili più esperti gradualmente videro gli ovovivipari come pesci adatti solo ai principianti, e non altrettanto impegnativi come, ad esempio, i pesci gatto o i ciclidi.

Torniamo a guardare alcuni dei pesci che Innes conosceva e amava. Non è necessario che i pesci insoliti siano predatori viziosi, e che i progetti di allevamento siano compiti erculei che coinvolgono la gestione complessa della chimica dell'acqua e la produzione di cibo vivo. Gli acquariofili esperti possono riscoprire alcuni vecchi amici, e i principianti impareranno perché gli ovovivipari erano una volta lodati come i forti tra i più forti.
Signore e signori, è tempo di innamorarsi di nuovo degli ovovivipari!

Reusable image
Image
Descrizione

Girardinus metallicus, Metallic Girardinus

Come suggerisce il loro nome, entrambi i sessi di Girardinus metallicus sono pesci metallici. I loro colori vanno dall'argento all'oro a seconda dell'illuminazione, e c'è un accenno di strisce verticali sui fianchi. I maschi hanno anche delle macchie nere che coprono la testa, la gola e le pinne anali, anche se la quantità di nero varia da pesce a pesce. Come spesso accade con i pesci ovovivipari, le femmine sono più grandi dei maschi. Le femmine arrivano a quasi 6 cm, mentre i maschi a circa 3 cm.

I Girardinus metallicus sono pesci affascinanti e sono un'aggiunta meravigliosa per gli acquari fittamente piantumati a partire dai 45 litri in su. Non sono pesci molto esigenti e, sebbene possano preferire condizioni leggermente salmastre in natura, si comportano perfettamente bene in condizioni di acqua dolce moderatamente dura e basica. Date le loro dimensioni, i compagni dovrebbero essere scelti con cura. Possono essere adatti Cherry shrimp e le lumache Neritina, o Corydoras e le specie più piccole di barbus, tetra e pesci arcobaleno.

Se avete allevato qualcuno dei 'quattro grandi ovovivipari' (guppy, molly, platy e portaspada), quello che sapete potrà essere applicato a queste altre specie. Assicuratevi di iniziare con più femmine rispetto ai maschi, dato che i maschi amorosi possono molestare le femmine in gravidanza e questo potrebbe portare ad aborti. Successivamente, aggiungere alcuni ciuffi di piante galleggianti, Ceratopteris thalictroides è l'ideale. Queste piante forniranno nascondigli sia per le femmine che per i loro avannotti. Anche se i Girardinus metallicus non sono particolarmente cannibali verso i loro avannotti, può succedere che li mangino. Con le piante, è facile dare loro un'occhiata ogni mattina e togliere gli avannotti per farli crescere separatamente fino a quando non sono abbastanza grandi da liberarli di nuovo con gli adulti.

Reusable image
Image
Descrizione

Heterandria formosa - Foto © Chiara Sciarone

Heterandria formosa, Dwarf Mosquitofish

Il mosquitofish nano è un ovoviviparo insolito in quanto maschi e femmine sembrano abbastanza simili. Entrambi sono argentati e presentano una banda nera che corre lungo la linea mediana del corpo. Entrambi i sessi possiedono anche una macchia nera alla base della pinna dorsale. Per capire il sesso di questi pesci, l'acquariofilo deve guardare le loro pinne anali. Sui maschi, questa è una lunga struttura a tubo, mentre le femmine hanno una pinna anale triangolare molto simile a quella di qualsiasi altro pesce. Come tutti gli altri ovovivipari, i maschi usano la loro pinna anale per dirigere lo sperma nelle femmine quando si accoppiano.

Sono pesci piccoli! I maschi sono lunghi poco meno di 2,5 cm e le femmine raggiungono meno di 3,5 cm. Anche se sono molto tranquilli, le loro piccole dimensioni significano che non dovrebbero essere allevati con nessun altro pesce. Se dovete scegliere dei compagni di vasca, provate le caridine red cherry o bumblebee, poiché queste prospereranno nella stessa acqua fredda, dura e basica richiesta dagli Heterandria formosa. L'aggiunta di sale marino da 15 a 20 gr per 5 l creerà condizioni leggermente salmastre, apprezzate da questi pesci. Il sale è utile contro macchie bianche e velluto, ma non è essenziale.

A differenza della maggior parte degli altri ovovivipari, questa specie è subtropicale, e deve essere allevata a circa 17,5°C, forse un po' più fresco in inverno e un po' più caldo in estate. Non apprezza le forti correnti d'acqua e gli spazi aperti, ma un acquario da 35-40 litri rifornito di piante galleggianti e un piccolo filtro si adatterà perfettamente. Come gli altri ovovivipari, Heterandria formosa starà bene con una dieta mista che includa mangime in fiocchi a base di alghe e piccoli invertebrati come artemia e daphnia.

Reusable image
Image
Descrizione

Limia nigrofasciata, Humpbacked Limia

Se i due ovovivipari precedenti sono gioielli sottovalutati, Limia nigrofasciata è un vero splendore! Non solo entrambi due sessi sono scintillanti, traslucidi e di colore giallo-miele, ma i maschi si stagliano con una bella e grande pinna a vela macchiata di viola. Man mano che i maschi maturano, il dorso diventa chiaramente gibboso, da cui il loro nome comune.

Limia nigrofasciata non è difficile da allevare, in quanto sono simili alle dimensioni e al temperamento dei platy, sebbene siano più felici in acqua leggermente più calda. Le temperature che vanno da 22° a 27°C si adattano perfettamente. Come i platy, preferiscono le correnti d'acqua delicate. I valori dell'acqua non sono critici, anche se è migliore l'acqua dura o leggermente salmastra. Prosperano con mangime in scaglie a base di alghe e offerte occasionali di chironomus e artemia. I maschi sono un po' esuberanti, ma questa specie è molto sociale, forse più della media degli ovovivipari. Vale la pena iniziare con almeno sei, due maschi e quattro femmine, in un acquario da 70 litri in su. Le piante galleggianti sono un vantaggio importante, fornendo sia riparo per gli adulti un po' nervosi, sia nascondigli per gli avannotti.

Reusable image
Image
Descrizione

Limia melanogaster - Foto © Frank Schäfer (Aquarium glaser GmbH)

Limia melanogaster, Black-Bellied limia

Anche Limia melanogaster a volte si trova in commercio. Questa specie è molto variabile. Le femmine sono essenzialmente grigio-verdastre con squame blu-neon lungo la metà inferiore del corpo, e i maschi sono simili ma più piccoli e tendono ad avere delle macchie nere e giallo zolfo sulla testa, sui fianchi e sulle pinne. Ancora una volta, le dimensioni e il temperamento complessivi sono paragonabili a quelli dei platy. I maschi misurano un po' meno di 5 cm quando sono completamente cresciuti, le femmine un po' di più.

La riproduzione è semplice e simile a quella dei guppy e dei molly. Infatti, le specie Limia si ibridizzeranno facilmente non solo tra loro ma anche con le specie di Poecilia. Come regola generale, è meglio mantenere solo una specie di ovoviviparo per ciascun acquario, a meno che non si sappia per certo che non si ibrideranno.

Reusable image
Image
Descrizione

Poecilia salvatoris, il Liberty Molly - Foto © Jeff Dubosc (Fishbase.org)

Poecilia salvatoris, Liberty Molly

Sebbene Innes includesse il Liberty molly, Poecilia salvatoris, in Exotic Aquarium Fishes, molti scrittori successivi lo hanno considerato come una semplice varietà di Poecilia sphenops, il molly comune. Solo recentemente la specie Poecilia salvatoris è stata riconosciuta come qualcosa di distinto, e questo ovoviviparo molto grazioso è ora sempre più regolarmente in commercio.

Questa specie ha colori molto belli. Entrambi i sessi sono di colore bianco argenteo con puntini arancioni e blu, ma, mentre le femmine hanno colori piuttosto scialbi sulle pinne, i maschi hanno pinne che sono marcate in modo molto evidente con nero, blu-neon, e o bordeaux o giallo a seconda della forma di colore. La forma bordeaux è quella che si può trovare più spesso in commercio, ed è presumibilmente dalla combinazione di rosso, bianco e blu che deriva il nome di Liberty molly. La colorazione migliora con l'età, e i maschi più grandi e dominanti hanno pinne dorsali grandi, quasi a vela, e una colorazione intensa.

Mentre i piccoli ovovivipari menzionati finora sono più o meno pacifici, sicuri per gli acquari di comunità, i Poecilia salvatoris possono essere molto aggressivi e mordi-pinne. In realtà, la maggior parte degli altri tipi di molly può essere piuttosto sgradevole nei confronti dei compagni di vasca, cosa che i principianti spesso imparano nel modo più duro. Anche se i Liberty molly sono pesci estremamente attraenti in molti versi, non sono per tutti, ed è sicuramente meglio in acquario allevarli da soli.

In acquari piccoli i maschi combatteranno senza sosta, e se ci sono solo due maschi nel gruppo, il più debole probabilmente sarà vittima di bullismo. I Poecilia salvatoris vanno allevati in gruppi in cui le femmine siano più numerose dei maschi, due a uno, e allevare solo un maschio o almeno tre.

Come tutti i molly, questa specie è principalmente erbivora e starà bene con i mangimi in scaglie a base di alghe. La loro lunghezza massima è di circa 7,5 cm, con i maschi che generalmente rimangono più piccoli delle femmine. Un acquario da 140 litri dovrebbe essere adeguato per un gruppo di tre maschi e sei femmine. Come la maggior parte degli altri molly, questa specie è nervosa e non dovrebbe essere allevata in acquari aperti.

Reusable image
Image
Descrizione

Dermogenys pusilla in acquario

Dermogenys sp., Wrestling Halfbeak

Innes ha messo le specie di Dermogenys, i wrestling halfbeak, alla fine della sua sezione ovovivipari, e quasi tutti gli scrittori di libri d'acquario hanno seguito il suo esempio. È un peccato, perché i mezzobecco sono tra i pesci più divertenti, con la loro strana forma del corpo, i colori brillanti e la vivace personalità. È vero, alcuni sono piuttosto delicati, ma i Dermogenys non sono pesci schizzinosi una volta sistemati nell'acquario. I valori possono essere sia d'acqua dura che salmastra, e la temperatura dell'acqua può variare da 20˚ a 30˚C.

Il genere Dermogenys contiene una dozzina di specie molto simili. La maggior parte dei mezzobecco wrestling in commercio vengono chiamati Dermogenys pusilla, ma in realtà nessuno può sapere che specie siano realmente.
Le femmine arrivano a circa 5 a 7 cm di lunghezza, i maschi raramente superano i 5 cm. Il colore del corpo varia da bianco argentato a grigio verdastro, e oltre alle differenze di dimensioni, i maschi possono anche essere distinti dalle macchie rosse, gialle e nere visibili sulle loro pinne. C'è molta variazione, però, e alcuni sono molto più colorati di altri.

Le cure di base per il loro allevamento sembrano essere coerenti. I maschi sono aggressivi l'uno verso l'altro, ma generalmente si evitano a vicenda se vengono forniti spazi adeguati. Un acquario da 90 litri sarà sufficiente per tre maschi e sei femmine. I Dermogenys necessitano di una dieta variata che includa un po' di cibo vivo o surgelato, accanto ai soliti mangimi secchi in scaglie. I mezzobecco sono stati spesso descritti come non molto adatti agli acquario di comunità, ma non è vero del tutto. È vero che non riusciranno ad entrare in competizione con pesci aggressivi durante il pasto, ma sono facilmente allevabili con pesci che si muovono lentamente o che si alimentano sul fondo, come Corydoras, Pangio o Brachygobius. Anche i Dermogenys sono molto nervosi, quindi non allevateli in un acquario aperto!

La riproduzione è fondamentalmente simile a quello di altri ovovivipari, con le femmine che producono covate di avannotti da quattro a sei settimane dopo l'accoppiamento. Gli avannotti sono piuttosto grandi, tuttavia (1 cm o giù di lì), e mangeranno cibo in scaglie finemente tritato insieme a naupli d'artemia salina, microworm e persino piccole dafnie.
Ma per qualche ragione, i mezzobecco wrestling sono inclini a problemi di fertilità con l'età. Molti acquariofili hanno notato che mentre i loro mezzobecco inizialmente producevano covate abbastanza grandi, di 20 o più avannotti, con il passare del tempo le covate successive sono più piccole e gli aborti sono più comuni. Alcuni ritengono che la colpa sia della dieta, mentre altri dicono che sia della chimica dell'acqua. In realtà nessuno ne conosce la ragione, e l'approccio migliore è quello di creare una colonia di Dermogenys, in modo che ci siano sempre alcuni pesci giovani e fertili nel gruppo.

Reusable image
Image
Descrizione

Ameca splendens nel loro metallico splendore - Foto © Przemysław Malkowski (Wikimedia)

Ameca splendens, quello che non c'è

Anche se Innes non ha incluso il goodeide farfalla, Ameca splendens, vale la pena aggiungerlo qui, perché è un ovoviviparo meraviglioso, anche se esasperante. Perché esasperante? Bene, pochi pesci possono competere con lui come mordi-pinne. Oltre a morderle alle solite specie a movimento lento e con pinne lunghe, andrà a mordere anche le pinne dei Corydoras!
Anche se il goodeide farfalla può essere allevato in un acquario di comunità, tutti i compagni devono essere veloci e almeno altrettanto turbolenti. I barbi tigre e i botia puzzola sono due possibilità. Oltre ad essere mordi-pinne, i maschi sono molto aggressivi l'uno verso l'altro. Curiosamente, questo sembra essere un tratto peculiare degli esemplari allevati in cattività; le specie selvatiche e i loro immediati discendenti sono molto meno aggressivi.

Ma se Ameca splendens è un tale delinquente - e lo è! - perché non allevarlo per niente? Semplice. È un pesce bello, divertente e interessante. Le femmine sono semplicemente argentee con macchioline nere, ma i maschi maturi acquistano scaglie metalliche blu turchese sui fianchi e strisce gialle brillanti lungo il bordo delle pinne caudali. I loro colori variano con lo stato d'animo, e il maschio dominante ha una colorazione molto intensa. In comune con altri goodeidi, le femmine producono piccole covate di  grandi avannotti, circa 20 sono tipici, con ogni avannotto di 2-2,5 cm di lunghezza. Per dirla in prospettiva, un avannotto di ameca non è molto più piccolo dei giovani neon che troviamo nei negozi di animali! Gli adulti generalmente ignorano la loro prole, e negli acquari con piante galleggianti, possono essere lasciati crescere con i loro genitori.

Le cure di base per l'allevamento sono semplici. Gli Ameca splendens apprezzano acquari da 140 litri in su, con corrente rapida, acqua dura e alcalina, non troppo calda. Le temperature nell'intervallo da 18 ° a 24°C sono ideali. I gruppi più numerosi funzionano meglio, con le femmine che devono superare il numero dei maschi due a uno, e bisogna inserire almeno quattro maschi per evitare problemi di bullismo. Il mangime in scaglie a base di alghe è una buona base, ma piante galleggianti come la felce indiana o la lenticchia d'acqua daranno a questi pesci golosi qualcosa da sgranocchiare tra un pasto e l'altro.

Stranamente per un pesce così prolifico e poco esigente, gli Ameca splendens sono quasi estinti in natura. Non succede spesso che gli acquariofili possano dire che stanno facendo qualcosa per aiutare a proteggere il futuro di una specie, ma nel caso di quelli che allevano i goodeidi farfalla, lo fanno sicuramente.

Ovovivipari per tutti i livelli

Anche se questa è solo una breve rassegna di alcune delle specie di ovovivipari selvatici di Innes che non sono comunemente allevati oggi, è facile vedere che gli ovovivipari sono resistenti, colorati e pieni di personalità. Che siate dei principianti alla ricerca di una specie carina e robusta o acquariofili avanzati che cercano di preservarne una in via di estinzione, c'è un ovoviviparo adatto a te.

Le Specie

Butterfly Goodeid

Una specie di ovoviviparo dalle caratteristiche quasi uniche, molto interessante da allevare in acquario, ma dalle dimensioni e dal carattere non per tutti.

Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Dimensioni max: maschi 8 cm TL, femmine 12 cm TL
Temperatura: 26 - 32°C
Wrestling halfbeak, Mezzobecco wrestling

Specie molto interessante, è un ovoviviparo che vive presso la superficie dell'acqua, dall'aspetto inconfondibile, ma i cui maschi in poco spazio hanno decisamente un caratteraccio.

Aspettativa di vita: 4 - 5 anni
Dimensioni max: Maschio 5.5 cm, femmina 7 cm
Temperatura: 24 - 28°C
Metallic livebearer

Una specie ovovivipara molto interessante anche se non facile da trovare in commercio, che ama acqua dura o salmastra

Dimensioni max: maschi 5.0 cm TL femmine 6.0 cm TL
Temperatura: 22 - 25°C
Least Killifish, Micro-killi

Heterandria formosa è la più piccola specie conosciuta di pesci vivipari, in inglese livebearer, e una delle più piccole specie ittiche in tutto il mondo.

Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni max: maschi 2 cm, femmine 3.6 cm TL
Temperatura: 20 - 26°C

Una bella specie ovovivipara quasi introvabile in commercio, ma disponibile presso vari appassionati

Dimensioni max: 4.0 cm SL
Temperatura: 22 - 28°C
Humpback limia

Una bella specie ovovivipara molto semplice da allevare e riprodurre, ma quasi mai in commercio.

Dimensioni max: 5.2 cm SL
Temperatura: 25 - 28°C
Liberty Molly

Una specie di molly particolarmente aggressiva, che come gli altri molly vive meglio in condizioni leggermente salmastre

Dimensioni max: maschi 7.6 cm, femmine 10 cm

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette