Salta al contenuto principale

Pomacea

(Perry 1810)

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie del genere Pomacea

Image
Descrizione

Pomacea diffusa - Foto © Stijn Ghesquiere (Applesnail.net)

Nome comune
Apple snail, Ampullaria

Attenzione alle Ampullarie

Dal 2013 in Europa e quindi anche in Italia è vietata la vendita e la diffusione delle ampullarie del genere Pomacea. Il divieto è dovuto ai gravi problemi causati alla flora e fauna locali dal proliferare senza controllo delle Pomacea che sono state liberate in natura, nei corsi d'acqua spagnoli. Il divieto riguarda solo le lumache del genere Pomacea, non gli altri generi della famiglia Ampullariidae.

Storicamente, vi è una grande confusione nell'identificazione delle specie di Pomacea. Dal 1758 sono state descritte nel genere più di 300 specie, anche se la validità di molte di esse è messa in discussione. Ad oggi sono ufficialmente accettate circa 50 specie nominali, ma anche questo numero è probabilmente maggiore del numero reale di specie. La domanda inevitabile è: "Come si definisce una specie?". Nella conchiliologia vecchio stile, non era raro classificare ogni variazione della conchiglia come una nuova specie. Questo trascura completamente la variabilità delle specie e le relazioni genetiche.

Il problema della tassonomia tradizionale delle Pomacea è che la descrizione di molte specie si basava solo su dettagli morfologici delle conchiglie, non di rado analizzando solo un piccolo numero di esemplari. Spesso gli autori non prendevano in considerazione nemmeno la distribuzione geografica e la possibile variabilità all'interno di una singola specie.
Un buon esempio di questo è Pomacea flagellata: ne sono state descritte oltre 30 specie, che attualmente sono tutte considerate come varietà di una singola specie, eventualmente da suddividere in 4 sotto-specie.

Da allora, molto è cambiato. In particolare, c'è stata una radicale inversione di tendenza nella metodologia stessa della sistematica, che si è evoluta da una disciplina concernente la classificazione degli organismi a quella che si occupa della ricostruzione della storia evolutiva delle specie. A tal fine, sono stati ampiamente utilizzati gli strumenti genetici e molecolari come preziosi alleati delle analisi morfologiche e biogeografiche per la definizione delle specie. Anche l'analisi morfologica stessa è stata perfezionata, con uno studio più attento dell'anatomia interna, oltre a sperimentazioni incrociate, test immunologici, ecc.

Ora si sa con certezza che il genere Pomacea è monofiletico, cioè le specie comprese hanno un'origine evolutiva comune. Questo nuovo approccio cladistico divide le Pomacee in alcuni rami e gruppi, separandoli in base ai loro antenati comuni. E qui cominciarono a emergere interessanti sorprese.

Uno dei cambiamenti più sorprendenti è stato il riconoscimento che Pomacea bridgesii in realtà consiste di due specie diverse: Pomacea bridgesii (Reeve, 1856) e Pomacea diffusa (Blume, 1957). Questa differenziazione si basa sull'analisi del DNA mitocondriale. L'effetto di questa modifica è che la 'apple snail', l'ampullaria più comune nel commercio acquariofilo, in base ai luoghi da cui provengono le esportazioni, dovrebbe ora essere considerata Pomacea diffusa (Blume, 1957).

Nelle classificazioni tradizionali, veniva utilizzato molto spesso il termine 'complesso canaliculata', un gruppo di specie di Ampullariidae con tratti anatomici in comune, in particolare l'aspetto della conchiglia, con spire separate da una sutura profonda e frastagliata (da qui il nome), in quanto spesso era abbastanza difficile distinguere le specie all'interno di questo gruppo. Pomacea canaliculata è, naturalmente, la specie archetipica di questo gruppo. Le specie brasiliane sono parte del complesso canaliculata' e sono Pomacea insularum, Pomacea lineata, Pomacea maculata e Pomacea haustrum, così comePomacea canaliculata. La maggior parte dei ricercatori brasiliani mette in discussione la validità di alcune di queste specie all'interno del complesso, in particolare Pomacea insularum, considerandolo un sinonimo minore di Pomacea canaliculata.

Nella nuova classificazione cladistica, Pomacea canaliculata è di nuovo una specie modello, rappresentativa del clade canaliculata-insularum. Una scoperta interessante è che non tutte le specie del 'complesso canaliculata' fanno parte di questo clade. Pomacea haustrum, ad esempio, appartiene al clade diffusa-haustrum. Cioè, è più vicina a Pomacea diffusa (la specie più comune in acquario), sebbene sia molto più simile a Pomacea canaliculata. Il punto fondamentale è questo: specie molto simili possono essere molto distanti filogeneticamente (canaliculata x haustrum), e specie morfologicamente diverse possono essere vicine (haustrum x diffusa), mostrando come l'analisi morfologica da sola fallisce nella differenziazione delle specie.

Qui sotto le specie del genere Pomacea suddivisi in clade, che come detto potrebbe però subire ulteriori cambiamenti:

Genere Pomacea

  • Sottogenere effusa
    • clade glauca
      • Pomacea (effusa) glauca (Linné, 1758)
      • Pomacea (effusa) cumingi (Reeve, 1843)
  • Sottogenere pomacea
    • clade canaliculata - insularum
    • clade flagellata
      • Pomacea (pomacea) flagellata (Say, 1827)
      • Pomacea (pomacea) livescens (Reeve, 1856)
      • Pomacea (pomacea) erogata (Fisher & Crosse, 1890)
      • Pomacea (pomacea) dysoni (Hanley, 1854)
    • clade diffusa (bridgesii) - haustrum
      • Pomacea (pomacea) diffusa (Blume, 1957)
      • Pomacea (pomacea) bridgesii (Reeve, 1856)
      • Pomacea (pomacea) haustrum (Reeve, 1856)
      • Pomacea (pomacea) scalaris (Reeve, 1856)
    • Pomacea (pomacea) columellaris (Gould, 1848)
    • Pomacea (Pomacea) decussate (Moricand)
    • Pomacea (pomacea) paludosa (Say, 1829)
    • Pomacea (pomacea) catamarcensis (Sowerby, 1874)
    • Pomacea (pomacea) cyclostoma (Spix, 1827)
    • Pomacea (pomacea) papyracea (Spix, 1827)
    • Pomacea (pomacea) hanleyi (Reeve, 1856)
    • Pomacea (pomacea) urceus (Müller, 1774)

Questo schema di classificazione è opera del sito www.applesnail.net, che cita queste fonti, da consultare per approfondire il discorso tassonomico sulle ampularie:

Caratteristiche del genere Pomacea:

pomacea.gif

Conchiglia:

  • Superficie: da liscia a grezza (linee di crescita)
  • Forma: conica, da ovoidale a quasi discoidale
  • Direzione: a destra (destrorsa)
  • spire: rotonde
  • apertura: ovale
  • Ombelico: da stretto ad ampio
  • colore: giallo, da marrone scuro a quasi nero, con o senza fasce a spirale
  • Opercolo: corneo

Corpo:

  • tentacoli cefalici: lunghi
  • tentacoli labiali: lunghi
  • sifone respiratorio: lungo (2,5 volte la lunghezza del corpo)
  • colore: da grigio a giallo-grigio con o senza macchie più scure

Uova: deposte sopra la linea di galleggiamento

Per chi vuole identificare le Ampullarie in commercio

Distribuzione
Il genere Pomacea abita una vasta area geografica, che va dal sud degli Stati Uniti fino al bacino del Rio La Plata in Argentina.
Riproduzione

Vai alle pagine sulla riproduzione delle ampullarie

Lumaca del genere Pomacea che sta deponendo le uova (video velocizzato) - Video Aquarismo AquaA3

Specie appartenenti al Genere

Apple snail, Ampullaria

Si pensava che fosse questa specie la più diffusa in commercio come "apple snail", mentre attualmente è riconosciuto che non viene affatto esportata, quella che si pensava fosse Pomacea bridgesii è in realtà Pomacea diffusa.

Aspettativa di vita: 4-5 anni
Dimensioni max: La dimensione della conchiglia varia da 4 a 5 cm. di larghezza e 4,5 - 6,5 cm. d'altezza.

Bella e grande ampullaria, mangia quasi tutti i tipi di pianta e non è quindi adatta per nulla ad acquari piantumati; va evitata, a meno che l'acquario sia privo di piante o altra vegetazione.

Apple snail, Ampullaria

Bella e grande ampullaria che non mangia le piante, il cui commercio è stato però vietato, come quello delle altre Pomacea

Aspettativa di vita: 4-5 anni
Dimensioni max: La dimensione della conchiglia varia da 4 a 5 cm. di larghezza e 4,5 - 6,5 cm. d'altezza.
Riferimenti & Link
it.hobby.acquari

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi il mio preferito, acquariofiliafacile.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Guida all'identificazione delle lumache d'acqua dolce piu' comuni biggia Mar, 06/02/2009 - 23:24

Guida con disegni, foto e descrizioni per identificare e distinguere le varie specie di lumache acquatiche - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Invertebrati in acquario
Il divieto di commercio delle Ampullarie
Lumache: Amiche o Nemiche nell'acquario? (R.Brown) biggia Mer, 08/18/2004 - 00:00

Un acquariofilo ha scoperto che le lumache possono essere molo piacevoli da avere in acquario, ed hanno abitudini e comportamenti molto interessanti da osservare. Da leggere comunque con un po' di senso critico, consultando anche altre fonti - traduzione in italiano di un articolo di Richard Brown

Invertebrati in acquario
L'anatomia delle Ampullarie: la conchiglia biggia Mer, 08/18/2004 - 00:00

Come è fatta la conchiglia delle ampullarie all'esterno e all'interno, che funzione ha, che problemi può avere e come risolverli - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Invertebrati in acquario
Coloratissime Ampullarie © Chris Lukhaup biggia Lun, 08/13/2018 - 23:05

Coloratissime ampullarie, in queste belle foto di alcune specie della famiglia Ampullariidae - Foto © Chris Lukhaup

Photogallery
Le Lumache Acquatiche: Tutto Quello Che...
L'Anatomia delle Ampullarie: l'apparato sensoriale biggia Ven, 01/02/2009 - 21:38

Elenco con informazioni dei principali organi sensori delle ampullarie - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Invertebrati in acquario
L'Anatomia delle Ampullarie: l'apparato digestivo biggia Ven, 01/02/2009 - 21:36

Descrizione dell'apparato digestivo delle ampullarie, a partire dalla poderosa bocca - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Invertebrati in acquario
L'Anatomia delle Ampullarie: mantello e piede biggia Gio, 08/19/2004 - 00:00

Come è strutturato il corpo delle ampullarie e come lo usano per muoversi - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Invertebrati in acquario
L'anatomia delle Ampullarie: l'apparato respiratorio biggia Mer, 08/18/2004 - 00:00

Come è strutturato e come funziona l'apparato respiratorio delle ampullarie, a partire dal loro sifone - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Invertebrati in acquario
L'Anatomia delle Ampullarie: l'apparato riproduttivo biggia Gio, 08/19/2004 - 00:00

L'anatomia dell'apparato riproduttivo delle Ampullarie, con consigli su come individuare e distinguere i due sessi - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Invertebrati in acquario
L'Anatomia delle Ampullarie
Come Prendersi Cura delle Ampullarie: Le Malattie
Come Prendersi Cura delle Ampullarie: Il Trasporto
Come Prendersi Cura delle Ampullarie: La Riproduzione
Come Prendersi Cura delle Ampullarie: L'Acquario
Come Prendersi Cura delle Ampullarie: L'Alimentazione
Come Prendersi Cura delle Ampullarie
Per chi vuole identificare le Ampullarie in commercio
Avete un'Ampullaria?
Le Ampullarie: Tutto Quello Che...
Rio Teuchitlan in Messico occidentale © Tatiana Timirbulatova biggia Mar, 03/20/2018 - 10:20

Acquario biotopo che vuole ricreare un angolo del Rio Teuchitlan, Jalisco, Messico occidentale © Tatiana Timirbulatova (Biotope Aquarium Design Contest 2015)

Photogallery
Iscriviti a Pomacea
  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette